Legge di Bilancio: quanto serve per battere l’inflazione?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
28/09/2022

Anche se si sta ancora parlando del risultato delle elezioni del 25 Settembre, è già tempo di valutare come dovrebbe essere la prossima Legge di Bilancio. Il tempo stringe e il nuovo governo dovrà formarsi in tempo utile per affrontare al meglio tutte le urgenze. Ecco quanti miliardi serviranno per battere l’inflazione.

reddito di cittadinanza

Anche se il nuovo governo sarà a tinte fortemente differenti da quello precedente, le valutazioni da porre in essere sul fronte della politica economica sono simili. C’è da sconfiggere il mostro inflazione, che sta tormentando ormai da quasi un anno l’Italia e l’Europa. Al via subito la prova responsabilità per il nuovo governo, che dovrà espletare subito la più ardua delle sfide: approvare la Legge di Bilancio.

Inflazione: cosa fare in Legge di Bilancio?

Soldi

Quali sono le mosse da compiere per frenare l’inflazione nel prossimo anno? Stando alle stime degli esperti, l’inflazione continuerà a viaggiare su valori importanti, anche se lievemente contenuti rispetto a quelli odierni, ossia al 4,5%. Per fare ciò sarà comunque necessario attuare dei cuscinetti statali, come ad esempio gli aiuti agli acquisti energetici delle grandi società.

I soli crediti d’imposta in tal senso valgono circa 14 miliardi di euro. Altri 3 derivano dallo sconto sull’Iva per quanto riguarda gli acquisti sul gas: questa sarà fissata al 5%. Altri tre miliardi circa saranno necessari per mantenere lo sconto sui carburanti fisso a 30,5 centesimi.

Lotta all’inflazione: servono 40 miliardi di euro

Soldi

Dunque sono molte le misure anti inflattive che devono essere poste in essere per assistere gli italiani nel 2023. La lista fino a questo punto ha raggiunto quota 35 miliardi di euro, ma non finisce qui. Sono previsti infatti altri miliardi da spendere per attuare delle misure più ambiziose. Una di questa potrebbe essere l’ipotesi di introdurre la flat tax al 15% per coloro che hanno avuto fatturati in crescita.

Con gli occhi dell’Europa addosso e con lo slancio di entusiasmo del nuovo governo, Giorgia Meloni dovrà predisporre al meglio tutte le carte in tavola per far approvare la Legge di Bilancio il prima possibile.