Licenziamenti bloccati: proroga fino a quando?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
28/06/2021

Sembra che si stia sciogliendo la matassa riguardo al blocco dei licenziamenti: i partiti sembrano aver trovato un accordo ossia prorogare per coloro che hanno usato di più la cassa covid. In alternativa è pronto a scattare il 1° Luglio in via generalizzata.

Progetto senza titolo – 2021-06-07T130135.350

Stando ai recenti sviluppi politici sul fronte blocco dei licenziamenti, è emerso che un punto di convergenza è stato trovato riguardo ad una eventuale proroga: questa sarà concessa solo alle imprese che hanno utilizzato maggiormente la cassa Covid. In via alternativa, il blocco scatterà in modo generalizzato dal 1° Luglio.

Tale misure sono previste per il decreto ponte di martedì.

Proroga blocco dei licenziamenti: i dettagli

La quadra è stata trovata per rispondere alla domanda: quali imprese potranno ottenere la proroga? In principio la proposta era per alcuni settori specifici, ma per l’opposizione dei sindacati non è stato possibile attuarla. In seguito era stata vagliata la strada del blocco selettivo, questa però è a forte rischio incostituzionalità.


Leggi anche: Fine blocco dei licenziamenti: da quando e cosa cambia

La risposta dunque sembra essere quella di permettere la proroga del blocco alle imprese che hanno utilizzato di più la cig Covid. Questo sarebbe un criterio oggettivo, che non tiene conto della settorialità e dunque costituzionalmente applicabile. L’uso superiore alla media della cassa Covid indicherebbe una situazione di crisi dell’impresa.

Orlando_1200

Pagamento IMU rinviata e cartelle esattoriali rinviate

Vi sono altre numerose norme in tema lavoro che sono pronte per essere discusse. Una di queste è il prolungamento del tempo concesso ai comuni per approvare i regolamenti della Tari. Il termine passa dal 30 Giugno al 31 Luglio.

Altra misura considerata è lo stop al pagamento della rata Imu di dicembre per i proprietari che subiscono gli effetti del blocco degli sfratti. Nel dl inoltre ci sono 700 milioni a disposizione della nuova Sabatini, inerente gli incentivi per investimenti in innovazione.

Infine è previsto un nuovo slittamento al 31 agosto della notifica delle cartelle esattoriali, bloccate da Marzo. Ciò sposterebbe a fine Settembre anche i termini di ripresa dei pagamenti delle 16 rate fin qui sospese per coloro che in passato hanno richiesto un piano di rateizzazione.