L’INPS e quell’assegno da 272 euro per le famiglie: bonus e aiuti con l’ISEE

Il nuovo Assegno Unico e Universale per i figli ha introdotto un significativo cambiamento nel sistema di sostegno alle famiglie italiane. Questo nuovo supporto, gestito dall’INPS, ha sostituito diversi incentivi preesistenti, come il Bonus Bebè e l’Assegno per il nucleo familiare.
L’assegno varia da 136 a 272 euro mensili, in base a specifici criteri e azioni intraprese dalle famiglie beneficiarie.

Bonus asilo nido: come funziona e come chiederlo

Nonostante le novità, il Bonus Asilo Nido continua a essere un valido supporto per le famiglie. Per beneficiarne, le famiglie con figli iscritti all’asilo nido possono richiedere il rimborso totale o parziale delle rette.
La procedura di richiesta si effettua attraverso il portale dell’INPS, utilizzando credenziali come SPID, CIE o CNS. Dopo aver compilato e inviato il modulo online, l’INPS fornisce una ricevuta di invio e una copia della domanda.

Processo di richiesta e i criteri di assegnazione

Per ottenere i pagamenti mensili, è necessario allegare una prova di pagamento della retta per ogni mese. Questa può essere un bonifico, una ricevuta scannerizzata o altri documenti accettati dall’INPS.

L’importo del bonus varia a seconda dell’ISEE del nucleo familiare:

  • ISEE fino a 25.000 euro, il rimborso può arrivare fino a 272,73 euro al mese, per un massimo di 3.000 euro all’anno
  • ISEE tra 25.000 e 40.000 euro, il massimo annuo è di 2.500 euro
  • per ISEE superiori a 40.000 euro, l’importo massimo è di 1.500 euro all’anno