Manovra: tolta la norma sul Pos

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
19/12/2022

Si stringono i tempi in relazione all’approvazione della Legge di Bilancio 2023. Nella serata di ieri il Ministro Giorgetti è andato nella Commissione Bilancio della Camera con il terzo pacchetto di emendamenti alla manovra del governo. Vi sono moltissime novità annunciate, tra cui l’eliminazione della norma Pos. Vediamo le novità insieme.

payment-with-credit-card-businessman-holding-pos-terminal-pay-min

Con il terzo pacchetto di emendamenti introdotto dal governo, presentato ieri sera dal Ministro dell’Economia Giorgetti alla Commissione Bilancio della Camera, si potrebbe dire addio alla misura sul Pos. Ma le novità non finiscono qui: ci sono infatti molte altre questioni aperte che potrebbero essere completamente stravolte.

Approfondiamo insieme la questione, andando a valutare quali sono le novità introdotte dagli emendamenti in relazione alla Legge di Bilancio 2023.

Pos: salta la norma in Legge di Bilancio?

pagamento-carta-contactless-bancomat-bancoposta

Quale sorte spetterà alla normativa sul Pos, dopo il terzo pacchetto di emendamenti alla Legge di Bilancio 2023? Stando alle prime dichiarazioni del Ministro Giorgetti è molto probabile che questa misura salterà. Dunque con il nuovo emendamento il governo fa dietrofront e torna alla vecchia misura attualmente in vigore e che prevede la sanzione di 30 euro a chi rifiuta il pagamento elettronico.

Ecco le dichiarazioni di Giorgetti a riguardo:

Nell’emendamento che presenterà il governo è prevista l’eliminazione della normativa relativa al Pos. Argomento che rimettiamo alla valutazione della commissione per quanto riguarda eventuali forme, che noi caldeggiamo, di ristoro o risarcimento per gli operatori che si dovranno trovare di fronte ad un maggiore onere per le commissioni applicate su queste transazioni.

Legge di Bilancio: le altre novità

Soldi

Vediamo quali sono le altre novità che verranno introdotte in Legge di Bilancio 2023 a seguito del terzo pacchetto di emendamenti. La carrellata verrà elencata di seguito:

  • le pensioni minime saranno alzate a 600 euro per gli over 75;
  • l’indicizzazione della pensione minima sale a 5 volte;
  • le mensilità del Reddito di Cittadinanza saranno ridotte passando da 8 a 7;
  • Il taglio del cuneo fiscale al 3% spetterà a coloro con reddito di 25 mila euro.