Maternità: il diritto alla tredicesima

25/11/2021

Per tutte le donne lavoratrici, i relativi datori di lavoro hanno l’obbligo di pagare la tredicesima anche in caso di maternità. Questa però prevede delle particolari modalità di calcolo: scopriamole insieme differenziando l’astensione obbligatoria o facoltativa. 

Bebè

In caso di maternità, le donne lavoratrici che si assentano dal lavoro hanno comunque diritto alla tredicesima. Questa però ha dei metodi particolari di calcolo, in quanto va fatta la distinzione tra astensione obbligatoria o facoltativa dal lavoro.

I casi in cui è prevista la tredicesima sono i seguenti:

  • astensione obbligatoria;
  •  congedo di maternità;
  • per i periodi di riposo giornaliero, il vecchio allattamento.

Tredicesima in caso di maternità: quando si calcola?

Bebè

Il calcolo della tredicesima in caso di maternità è molto complesso, in quanto vanno analizzate tutti i casi per i quali si è in maternità. L’ammontare della tredicesima viene calcolato nell’intero periodo che si definisce di maternità obbligatoria, ossia il congedo di maternità. Questo corrisponde ai due mesi prima del parto e ai successivi tre mesi, ai quali vanno aggiunte due ore al giorno se il lavoro svolto è superiore alle sei ore al giorno. Quest’ultimo caso viene definito riposo giornaliero per allattamento.


Leggi anche: Milan-Inter: dalla sfida sul campo alla sfida ai ricavi

Non si calcola invece per i periodi di maternità facoltativa, ossia durante il periodo di congedo parentale facoltativo, che dura non più di sei mesi.

Esempi di calcolo

tasse calcolo

La tredicesima per le neo mamme viene erogata con somme proveniente sia dal datore di lavoro, che dall’Inps: quest’ultima contribuisce all’80% mentre il datore di lavoro al 20%. Per quanto riguarda l’importo previsto, questo non si differenzia dal normale stipendio che si percepisce, e verrà versato nella busta paga di Dicembre.

Qualora invece la maternità richiesta sia facoltativa, le somme erogate per la tredicesima verrebbero frazionate in base al periodo di assenza facoltativa. Considerando uno stipendio di 1200 euro mensili, divisi per 12 mesi si ottiene 100 euro. Se il periodo di maternità facoltativa è stato di 4 mesi, la tredicesima lorda ammonterà a 1200-400=800 euro.

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica