Modello 730: come compilarlo senza sostituto d’imposta?

C’è ancora tempo per presentare il Modello 730 per la dichiarazione dei redditi, come ogni anno. Questa possibilità è concessa anche per coloro che agiscono senza sostituto d’imposta: cosa significa e cosa cambia? Cerchiamo di fare chiarezza insieme nel seguente articolo.

1572951050764_modello_730_B

I contribuenti hanno la possibilità di presentare il Modello 730 anche quando sono privi di un sostituto d’imposta. Ma chi può utilizzare questo particolare documento? Ma soprattutto quali sono le regole da rispettare ed i tempi entro i quali arriveranno i rimborsi dell’Irpef?

La possibilità di presentare il modello 730 senza sostituto d’imposta è concessa solo a una determinata categoria. Vediamo di chi si tratta nel seguente articolo.

Modello 730: chi può presentarlo?

modello-730-digitale

Vediamo chi può presentare il Modello 730 senza il sostituto d’imposta, come abbiamo chiarito in precedenza. Lo possono presentare quanti, nel corso del 2022, abbiano percepito dei redditi da lavoro dipendente, pensione ed alcuni redditi che risultano essere assimilati a quelli da lavoro dipendente. Possono usufruirne anche coloro che hanno perso il lavoro o che sono disoccupati.

Modello 730 senza sostituto: come funziona?

Cerchiamo di fare chiarezza circa il funzionamento del Modello senza sostituto d’imposta. Nel dettaglio:

  • il Modello 730 senza sostituto precompilato deve essere presentato direttamente all’Agenzia delle Entrate o è necessario appoggiarsi ad un Caf o ad un professionista abilitato;
  • il Modello 730 senza sostituto ordinario deve essere presentato unicamente ad un Caf o ad un professionista abilitato.

Quando vengono erogati i rimborsi?

Approfondiamo la questione e cerchiamo di capire quando verrà erogato il rimborso del Modello 730. Questo sarà erogato andando a rispettare le seguenti modalità:

  • nel caso in cui gli importi siano inferiori a 1.000 euro comprensivi di interessi, il diretto interessato riceverà un invito a presentarsi in un qualsiasi ufficio postale, dove avrà la possibilità di incassare l’importo in contanti;
  • se invece gli importi risultano essere superiori a 1.000 euro, il rimborso viene effettuato attraverso l’emissione di un vaglia della Banca d’Italia.

Cosa fare in caso di pagamenti da effettuare?

730-modello-blog

Può capitare che invece di dover ricevere un rimborso, si debba effettuare un pagamento: cosa fare in questo caso? Un eventuale situazione di debito dovrà essere saldata tramite il modello F24. La prima scadenza da tenere a mente è il 30 giugno 2023.

Lascia un commento