Modello 730: da oggi online per la dichiarazione dei redditi

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
23/05/2022

E’ da oggi utilizzabile e compilabile il modello 730 per la dichiarazione dei redditi. E’ la prima volta che il modello viene lanciato online così tardi: già lo scorso anno però si era arrivati al 10 Maggio, quando solitamente la data di scadenza è il 30 Aprile. Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

730-modello-blog

Mai così tardi la dichiarazione dei redditi: a far avvenire lo slittamento è stata la proroga della cessione dei crediti relativi ai bonus edilizi. Il modello personale può essere visualizzato online tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, effettuando l’accesso con la propria identità digitale. Quali sono i termini di scadenza? Come si compila il 730?

Scopriamo questo e molto altro nel seguente articolo.

Modello 730: entro quando va mandato?

1572951050764_modello_730_B

Nel 2022 il modello 730 è stato pubblicato nella data più in là possibile, dopo che lo scorso anno la pubblicazione è avvenuta il 10 Maggio. Vediamo però quali sono i termini per l’invio del modello compilato. L’invio può avvenire un una qualsiasi data compresa tra il 31 Maggio e il 30 Settembre 2022, ma quest’anno pensionati e dipendenti faranno di tutto per accelerare le operazioni.

Infatti la dichiarazione dei redditi è essenziale per ottenere il bonus da 200 euro entro il mese di Luglio. E’ chiaro dunque che entro Giugno vi sarà una vera e propria corsa alla dichiarazione dei redditi.

Modello 730: si può fare anche precompilato?

tasse calcolo

Sta prendendo sempre più piede la modalità di compilazione precompilata, che sfrutta dunque un modello in parte già completo nel quale il contribuente dovrà aggiungere solo alcuni dati per ultimarne la compilazione. La diffusione del modello fai da te elimina anche i costi in eccesso per il commercialista, o le lunghe attese al Caf per coloro che ne usufruiscono.

Chiaramente questa modalità aumenta e non poso il rischio di commettere errori, ma con un pò di pratica questi verranno sempre meno, rendendo gli italiani indipendenti nella compilazione della dichiarazione dei redditi.