Modello 770/2023: come compilarlo e novità

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
09/01/2023

La bozza del Modello 770 per il 2023 è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Vediamo insieme come compilarlo e quali sono le novità per quest’anno.

businessman-checking-documents-at-table-min

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la bozza del Modello 770 valido per il 2023 lo scorso mese, con le relative istruzioni per la compilazione.

Il modello deve essere presentato entro il 31 ottobre 2023, esclusivamente in modalità telematica. Vediamo insieme come compilarlo.

Modello 770/2023: come funziona e novità

office-with-documents-money-accounts-min

Il Modello 770/2023 con i dati relativi al 2022 è composto da due parti principali:

  • il frontespizio, con informativa sulla privacy e con i riquadri che riportano il tipo di dichiarazione, i dati relativi al sostituto, al rappresentante firmatario della dichiarazione, redazione e firma della dichiarazione, impegno alla presentazione telematica e visto di conformità;
  • i quadri staccati, che riportano i campi in cui inserire le informazioni di dettaglio e in cui trovano spazio le novità inserite.

Nel Modello 770/2023 restano attivi i codici per indicare i versamenti effettuati nel corso del 2022 in seguito alla rateazione introdotta per contrastare l’emergenza sanitaria da Covid.

Tuttavia, nel nuovo modello sono state inserite alcune novità. Infatti, sono stati inseriti i nuovi codici per la gestione delle proroghe dei versamenti e nel Quadro SO viene introdotto un nuovo prospetto per la gestione dei piani individuali di risparmio (PIR) ordinari e alternativi.

Come compilarlo

office-with-documents-money-accounts-min

Le istruzioni per compilare il Modello 770/2023 sono disponibili sul sito dell’Agenzia dell’Entrate, dove sono riportate le indicazioni necessarie per la compilazione dei singoli riquadri.

Il Modello 770/2023 deve essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate entro il 31 ottobre 2023. La dichiarazione deve essere inviata esclusivamente in modalità telematica direttamente dal sostituto d’imposta oppure mediante: un intermediario abilitato; altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato); società appartenenti al gruppo.

La dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui si conclude la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. La prova della presentazione è data dall’apposita comunicazione rilasciata sempre per via telematica dal sistema.