Monopattini elettrici: sì al casco e alle targhe

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
23/12/2022

Continua la stretta sulla circolazione dei monopattini elettrici nelle città italiane dopo le limitazioni per Roma e Firenze. Le novità prevedono che tutti coloro che hanno un monopattino dovranno indossare il casco e dovranno munirsi di targhe apposite. Cambiano le norme anche per le bici: vediamo tutte le novità insieme.

Monopattini, Elettrici

Il problema dei monopattini elettrici continua ad imperversare per le strade delle principali città italiane, con in primis coinvolte Roma e Firenze, che grazie alla loro conformazione pianeggiante favoriscono il transito di questi veicoli. Il governo sta per varare una serie di novità riguardanti i monopattini e le biciclette elettriche, che prevedono tra le altre cose l‘uso del caso e della targa.

Monopattini: le novità decise dal governo

Monopattini

Il nuovo codice della strada prevedrà norme apposite per i monopattini e le bicilette elettriche, sempre più diffusi nelle città: l’idea accarezzata dall’Esecutivo è quella di rendere obbligatori casco e targhe per ridimensionare il “far west” attuale.

Sarà dedicata attenzione anche all’elaborazione di una strategia ad hoc per tutelare i ciclisti. L’ultima vittima in Valdelsa un giorno fa, dopo la morte di Davide Rebellin a Montebello Vicentino, travolto da un mezzo pesante. Le decisioni più forti sono quelle di far utilizzare il casco obbligatoriamente e di far installare delle targhe apposite sui mezzi.

Codice della strada: le altre novità

Firenze

Vediamo ora quali sono le altre novità che riguardano il codice della strada, che come prevedibile è stato modificato in senso restrittivo dal nuovo governo. I lavori avranno il via a partire da Gennaio 2023, con una commissione apposita che ha il compito di revisionare il codice della strada ed aggiornarlo ove fattibile. Sanzioni molto gravi saranno prese verso chi cagiona morti o feriti in stato di ebrezza.

Per intensificare la stretta sui conducenti, saranno intensificati i controlli nelle ore notturne per le strade italiane, questo per evitare che il numero delle vittime della strada vada ad aumentare nel 2023.