Muoto under 36 arriva la proroga

La garanzia statale Consap sui mutui under 36 è stata prorogata fino al 30 settembre 2023. Scopriamo cosa prevede la proroga.

Mutuo

Questa proroga offre opportunità vantaggiose per i giovani che desiderano stipulare un mutuo per l’acquisto della loro prima casa. Inizialmente, la scadenza era prevista per il 30 giugno 2023, ma grazie a un emendamento inserito nel Decreto Omibus (dl. 51/2023) all’articolo 4 sexies, proposto dalla Lega, il termine è stato spostato al 30 settembre 2023. Le commissioni Bilancio e Affari costituzionali alla Camera hanno accolto questo emendamento il lunedì 19 giugno.

Muto under 36 cosa offre?

Mutuo

Il mutuo under 36 offre due vantaggi principali: una garanzia per i giovani a basso reddito e una serie di agevolazioni fiscali. La Legge di Bilancio ha esteso fino al 31 dicembre 2023 le agevolazioni per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani under 36.

Mutuo under 36: requisiti e date importanti

I requisiti per beneficiare di tali agevolazioni sono due: avere un ISEE fino a 40.000 euro e non aver ancora compiuto 36 anni nell’anno di stipula del mutuo.

Ci sono due date importanti da ricordare per quanto riguarda le agevolazioni per la prima casa under 36: il 30 settembre 2023 (a meno di ulteriori proroghe) è il termine ultimo per presentare la richiesta di accesso alla garanzia statale Consap, mentre il 31 dicembre 2023 è il termine ultimo per l’effettiva concessione del contratto di mutuo.

La garanzia Consap è fornita dalla Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici SpA, una società in house del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Questa forma di finanziamento per l’acquisto della prima casa è concessa in determinate condizioni. Attraverso la legge di Stabilità 2014, Consap ha istituito il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa per aiutare le giovani famiglie ad ottenere credito per l’acquisto della loro prima casa.

Mutuo Under 36: le agevolazioni

mano-che-presenta-casa-modello-per-la-campagna-di-mutuo-per-la-casa

Le agevolazioni del mutuo under 36 per la prima casa funzionano nel seguente modo: per le compravendite non soggette a IVA, sono previste l’esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale; per gli acquisti soggetti a IVA, oltre all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, è riconosciuto un credito d’imposta pari all’IVA corrisposta al venditore.

In conclusione, il mutuo under 36 per l’acquisto della prima casa può fare la differenza consentendo alle giovani coppie di accedere a un credito al quale altrimenti avrebbero dovuto rinunciare, soprattutto dopo gli ultimi aumenti dei tassi di interesse da parte della BCE che hanno portato all’aumento delle rate dei mutui.

Lascia un commento