Mutui 2022: quando è possibile chiedere la sospensione delle rate?

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
02/09/2022

Mutui: quali sono i casi previsti dalla legge in cui si può richiedere la sospensione del pagamento delle rate? Nella guida online realizzata dall’Associazione Bancaria Italiana sono presenti tutte le informazioni a riguardo: vediamo insieme nel seguente articolo.

money-3481757_1920

Quando è possibili richiedere alla propria banca la sospensione del pagamento delle rate del mutuo?

L’ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, ha fornito una guida per famiglie e cittadini per favorire la diffusione delle informazioni bancarie e finanziarie relative alla possibilità di richiedere la sospensione delle rate del mutuo: vediamo insieme tutti i dettagli.

Sospensione rate mutuo: quando è possibile?

office-with-documents-and-money-accounts (3)-min

Quali sono i mutui per cui è possibile richiedere lo stop al pagamento delle rate? Possono essere oggetto di sospensione:

  • i mutui relativi ad un immobile adibito ad abitazione principale non di lusso che non superano l’importo di 250.000 euro (400.000 euro fino al 31 dicembre 2022);
  • i mutui in ammortamento da almeno un anno che non godono di agevolazioni pubbliche o polizze assicurative che coprono le rate sospese per gli eventi in questione;
  • i mutui con un ritardo nei pagamenti, purché non superiore a 90 giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda, e per i quali non sia intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso, anche tramite notifica dell’atto di precetto, o non sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull’immobile ipotecato.

Sospensione rate mutuo: i requisiti da rispettare

top-view-people-exchanging-money-min (1)

Questi i requisiti per poter richiedere la sospensione, che riguardano il mutuatario e devono verificarsi nei 3 anni precedenti la domanda:

  • morte, riconoscimento di handicap grave o invalidità civile non inferiore all’80 per cento;
  • perdita del posto di lavoro (subordinato a tempo determinato o indeterminato, parasubordinato, di rappresentanza commerciale o di agenzia, con attualità dello stato di disoccupazione);
  • sospensione dal lavoro per un periodo di almeno 30 giorni;
  • riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni.

Nel caso di sospensione o riduzione del lavoro, la durata massima della sospensione del mutuo è la seguente:

  • 6 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 30 e 150 giorni;
  • 12 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 151 e 302 giorni;
  • 18 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata superiore di 303 giorni.