Mutui: come aumentare l’importo

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
07/07/2021

A volte può avvenire che l’importo richiesto per un mutuo non sia sufficiente e dunque necessiti di venire aumentato. Ciò non sempre è semplice e poco oneroso, vi proponiamo però dei consigli su come fare e come tentare di risparmiare il più possibile.

88661708-3f43-4be6-aad2-905b5e2dcac2-1

Il mutuo è una delle forme di finanziamento con cui andare a coprire spese ingenti, come l’acquisto di una casa o di una autovettura.

Non sempre, però, la cifra richiesta in principio risulta essere sufficiente e, quindi, è necessario effettuare un aumento dell’importo richiesto per soddisfare la spesa da sostenere.

Le soluzioni ci sono, ma non sempre sono economiche: vediamole nel dettaglio.

Aumento del mutuo: surroga e sostituzione del mutuo

money-1005479_1920

Tra le varie opzioni da sfruttare, le due più interessanti sono la surroga e la sostituzione del mutuo.

La surroga del mutuo consente di ottenere un nuovo mutuo ad un prezzo più vantaggioso, spostandolo da un istituto di credito ad un altro. I motivi principali per fare una surroga del mutuo sono:

  • cambiare la durata del mutuo, ad esempio per allungarne il periodo di restituzione;
  • beneficiare appunto di un tasso d’interesse più vantaggioso;
  • cambiare tipologia di tasso d’interesse, passando da fisso a variabile o viceversa;
  • avere delle condizioni più favorevoli rispetto a TAEG e spread.

La convenienza sta nel fatto che la vecchia banca non può chiedere, ex lege, alcuna penale per il cambiamento: dunque la surroga è a costo zero.

Si parla di sostituzione del mutuo invece, quando si ha a che fare con l’accensione di un nuovo mutuo che va a pagare quello precedente. La principale differenza con la surroga è che i costi sono maggiori: in questo caso si andranno a sostenere le spese sia per il primo che per il secondo mutuo.

Requisiti per chiedere l’aumento del mutuo

office-with-documents-and-money-accounts (3)-min

I requisiti principali da mostrare alla banca per richiedere un aumento del mutuo sono:

  • l’aver sempre pagato le rate del mutuo precedente senza ritardi;
  • dimostrare di avere un reddito tale da poter onorare un nuovo debito.

Vi sono poi delle restrizioni sia legate alle tempistiche che agli importi residui. Riguardo alle prime, alcune banche impongono il limite di almeno 12 mesi pagati del precedente mutuo per accenderne uno nuovo. Riguardo agli importi, invece, solitamente si deve avere un debito residuo di 80.000 euro.