Naspi: entro quanto viene pagata?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
06/07/2022

Cerchiamo di fare chiarezza sulle tempistiche relative all’arrivo della Naspi, in particolare prendendo in considerazione quanto tempo passa dalla richiesta all’arrivo effettivo. Nell’80% dei casi l’arrivo è previsto entro 15 giorni dalla richiesta: approfondiamo la questione insieme.

inps-pensioni-1200×675

Prima di approfondire la questione legata alle tempistiche nel ricevere la Naspi, approfondiamo insieme cos’è e come funziona. Si tratta di una forma assistenziale erogata dall’INPS, che viene riconosciuta a coloro che hanno perso il lavoro, ovviamente al di là della loro volontà. Per alcuni mesi dunque queste persone potranno contare su un’entrata reddituale in più.

Ma per quanto riguarda le tempistiche, entro quando viene erogato il beneficio al richiedente? Approfondiamo insieme la questione.

Naspi: qual è la sua decorrenza?

Lavoro, Triste

In primis, è bene analizzare la questione legata alla decorrenza dell’agevolazione, in particolare considerando il calcolo sottostante, che è del tutto particolare. La decorrenza di un qualsiasi beneficio è importante in quanto ci consente di capire a partire da quale momento un soggetto inizia a percepire il beneficio.

Per quanto riguarda la Naspi, se la richiesta viene effettuata entro l’ottavo giorno dalla perdita del lavoro, questa inizierà a decorrere proprio da quel giorno. Se viene effettuata in un giorno successivo, questa inizierà a decorrere dal giorno successivo a quello della richiesta.

Quando arriva la Naspi?

master-inps-naspi-2020-come-richiedere-l-indennita-di-disoccupazione

Vediamo ora il fulcro della nostra analisi: quando viene pagata dunque la Naspi? Questa è di norma considerata come una delle forme di assistenza dal pagamento più veloce, tra quelle erogate dall’Inps in particolare. Per l’80% dei richiedenti beneficiari, le somme sono state erogate entro 15 giorni da quando la richiesta è stata accolta.

L’Inps giustifica questo successo grazie a delle nuove soluzioni adottate dall’Istituto per migliorare e semplificare i sistemi già in essere, con l’obiettivo di rendere un servizio sempre migliore ai cittadini. Per la fase istruttoria, invece, l’Inps non impiega più di 30 giorni. Più lunghi, invece, i tempi per l’anticipo della Naspi, per la quale possono volerci anche 55 giorni.