Non solo assegno di inclusione nel 2024: quali sono i bonus e gli aiuti per le famiglie?

Una delle principali innovazioni introdotte quest’anno è l’Assegno di Inclusione, che sostituisce il precedente Reddito di Cittadinanza. Questo nuovo sostegno, che può raggiungere un importo massimo di 6.000 euro, è rivolto a nuclei familiari con membri in condizioni di particolare vulnerabilità, inclusi disabili, minori, persone oltre i 60 anni o altri casi specifici. La durata prevista per il ricevimento di questo aiuto è di 18 mesi, con possibilità di rinnovo dopo un intervallo di un mese. La procedura di richiesta si svolge online attraverso il sito dell’INPS, i Patronati o i Centri di Assistenza Fiscale (CAF).

Continuità dell’assegno unico con adeguatE modifiche

L’Assegno Unico prosegue, ma con importi che variano a seconda dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) del nucleo familiare. Questo aiuto economico è destinato ai figli fino a 21 anni impegnati in percorsi formativi, ai minori a carico e ai figli disabili senza limiti di età.

Nuovo bonus energetico per risparmi su luce e gas

Il bonus sociale, precedentemente concesso per sconti sulle bollette energetiche alle famiglie a reddito basso, viene sostituito nel primo trimestre del 2024 con un nuovo bonus per il risparmio su luce e gas. Per accedere a questo beneficio, il limite Isee è fissato a 9.530 euro, estendendosi fino a 20.000 euro per famiglie con quattro o più figli a carico.

Carta risparmio spesa: aiuto per l’acquisto di beni alimentari

Il governo ha anche confermato la Carta Risparmio Spesa, un bonus destinato all’acquisto di beni alimentari di base. Questa iniziativa, lanciata nel 2023, è stata estesa fino al 2024 e può essere richiesta tramite le Poste Italiane, sulla base di un elenco condiviso tra INPS e amministrazioni comunali.

Ulteriori incentivi per le famiglie

Le famiglie con figli hanno accesso a una serie di altri incentivi, inclusi sussidi per asili nido, l’Assegno Unico Universale e un incremento del bonus per figli disabili. Vengono anche offerti sconti sulle tasse scolastiche e universitarie, calcolati in base all’Isee.

Supporto per famiglie in affitto e genitori lavoratori

Per le famiglie in affitto che affrontano difficoltà economiche, è disponibile un aiuto attraverso il Fondo per la Morosità Incolpevole, con un bonus per Isee fino a 7.086,94 euro, gestito a livello regionale. Inoltre, sono state introdotte nuove agevolazioni per i genitori lavoratori, tra cui un bonus per le mamme lavoratrici dal secondo figlio in poi e un notevole aumento dell’indennità per il congedo parentale, che passa dal 30% all’80%.