Nuova stangata: multe più care, l’inflazione colpisce gli automobilisti

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
20/11/2022

L’inflazione continua a far preoccupare moltissimo gli italiani, in particolare perché al momento si attesta all’11%. Un valore preoccupante, che sta colpendo tutti i settori trasversalmente. Ad esserne colpito potrebbe essere anche quello delle multe: cosa potrebbe accadere se le multe aumentassero dell’11%?

autostrada-auto-elettriche-gratis

Continua inesorabile la scalata dell’inflazione, che sta facendo preoccupare e non poco gli italiani e il governo. Al momento si staglia all’11%, record degli ultimi 20 anni, in particolare se si considera che non sono aumentati gli stipendi, si tratta di una situazione molto complessa. Ad annunciare il rischio di aumento dei prezzi per le multe è stato  Simone Baldelli, ex deputato di Forza Italia e già presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui consumatori.

Vediamo cosa potrebbe accadere con i rincari delle multe stradali.

Multe stradali: elevato rischio rincari

multe green pass

Il rischio che le multe stradali fatte dalle Forze dell’Ordine possano effettivamente aumentare, è più che concreto, in quanto si teme un adeguamento all’inflazione. Questa previsione è inserita all’interno del Codice della Strada. L’Art 195 infatti recita:

La misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all’intera variazione, accertata dall’Istat, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nei due anni precedenti.

Dunque l’aumento delle bollette dovrebbe avvenire in quanto è previsto ex lege, ma si sta ancora cercando di evitarlo, in quanto sarebbe un’ulteriore stangata per gli italiani.

Aumenti multe: ecco degli esempi

Autovelox

Vediamo praticamente di quanto dovrebbero aumentare le multe con l’inflazione alll’11%. La spiegazione e degli esempi a riguardo arrivano direttamente da Assoutenti che parla di ingiustizia e danno ai cittadini:

Con un aumento degli importi delle sanzioni nell’ordine del +11% – calcola il Codacons – la multa per il divieto di sosta salirebbe a 46 euro da gennaio 2023, con un rincaro di 4 euro; quella per l’uso del cellulare alla guida a 183 euro (+18 euro); la multa per accesso vietato alla Ztl a 92 euro (+9 euro), mentre per il superamento dei limiti di velocità di oltre 60 km/h la mazzata raggiungerebbe i 938 euro (con un incremento di 93 euro rispetto agli attuali 845 euro).

E’ chiaro che le forze dell’esecutivo dovranno cercare di impedire che questo accada: vi terremo aggiornati per eventuali novità.