Nuovo Bonus Bollette fino a 1015 Euro: in cosa consiste e chi può averlo

Il governo ha recentemente incrementato il sostegno alle famiglie italiane a basso reddito con l’introduzione di un potenziato “Bonus Bollette”, che ora può arrivare fino a 1015 euro annui. Questo supporto è destinato a mitigare l’onere delle spese per corrente, gas e acqua per i nuclei familiari che si trovano in condizioni economiche più critiche.

Dettagli del Bonus bollete

Il Bonus Bollette è diviso in tre parti: il bonus energia elettrica, il bonus gas e il bonus idrico. Ciascuno di questi bonus è pensato per facilitare le famiglie nel pagamento delle bollette di base, essenziali per il quotidiano.

  • Bonus Idrico: Questo bonus è pensato per coprire i costi dell’acqua per le famiglie con un ISEE particolarmente basso, garantendo una quantità di acqua vitale gratuita in base alle esigenze del nucleo familiare.
  • Bonus Energia Elettrica: Per accedere a questo bonus, l’ISEE non deve superare i 9.530 euro. Per le famiglie con almeno quattro figli a carico, il limite ISEE è elevato a 20.000 euro. L’importo del bonus varia a seconda del numero dei componenti della famiglia e può raggiungere fino a circa 655 euro all’anno per una famiglia con quattro figli.
  • Bonus Gas: Analogamente al bonus energia, il limite ISEE per accedere al bonus gas è di 9.530 euro, che sale a 20.000 euro per le famiglie numerose. L’importo varia in base al consumo e alla zona climatica di residenza, con rimborsi maggiori nei mesi invernali quando l’uso del gas tende ad aumentare.

Impatto e obiettivi del bonus per il 2024

Questi bonus non sono solo un vantaggio economico, ma rappresentano una misura di equità sociale, cercando di alleviare il divario tra le capacità economiche delle famiglie italiane. In particolare, il bonus bollette vuole offrire un aiuto concreto a quelle famiglie che, a causa di un ISEE basso, rischiano di non poter soddisfare adeguatamente le proprie necessità domestiche di base come il riscaldamento, la cottura degli alimenti o l’accesso all’acqua potabile.

Un nucleo familiare tipo, con più di quattro componenti e un reddito ISEE inferiore a 9.530 euro, che vive in una zona climatica D, potrebbe beneficiare di un supporto complessivo di circa 1015 euro all’anno. Questo ammontare rappresenta una forma significativa di sostegno per bilanciare le spese energetiche, soprattutto in un periodo in cui i costi delle utilities tendono a salire.

Il Bonus Bollette è un esempio di come il governo stia cercando di rispondere attivamente alle difficoltà economiche crescenti tra i cittadini, promuovendo iniziative che supportino direttamente le esigenze delle famiglie più vulnerabili. Questo tipo di intervento è fondamentale per garantire che nessun cittadino debba rinunciare ai servizi essenziali a causa di restrizioni economiche.