Nuovo bonus prima casa: di cosa si tratta e come funziona?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
19/03/2022

Nell’Universo dei bonus casa, è in arrivo un nuovo bonus che tutela coloro che hanno acquistato un immobile che sia inidoneo all’uso abitativo. Cerchiamo di fare chiarezza sull’argomento, analizzando quando spetta il bonus e quali sono i requisiti.

Terremoto

Il nuovo bonus prima casa è orientato a salvaguardare coloro che acquistano un prima casa, la quale sia gravemente danneggiata o in condizioni tali da non renderla abitabile per l’acquirente. Il Fisco ammette delle cause di inagibilità, tra le quali il terremoto, il sequestro penale, l’incendio e altre cause ammesse.

L’Agenzia delle Entrate ha diramato tutte le regole da seguire in materia, con il decreto del 17 Marzo 2022. Facciamo chiarezza ed analizziamo la situazione insieme.

Bonus prima casa inidonea: ecco di cosa si tratta

superbonus 110

La vicenda dell’abitazione inidonea è un tema molto discusso, che si è protratto nel tempo dagli anni ’90 fino ai giorni nostri. Nel 1995 infatti l’agevolazione legata ad un’abitazione inidonea era del tutto deliberata, ma finalmente si è arrivati ad affrontare il problema quasi 30 anni dopo.

Le nuove norme sembrano orientarsi verso le seguenti previsioni:

  • l’inidoneità della casa pre-posseduta permette un nuovo acquisto agevolato qualora si tratti di un pre possesso ubicata nel medesimo Comune nel quale è ubicata la casa oggetto del nuovo acquisto;
  • l’inidoneità della casa pre-posseduta non permette, invece, un nuovo acquisto agevolato qualora si tratti di una pre-possidenza, ovunque ubicata, che sia stata acquistata con l’agevolazione “prima casa”.

Bonus prima casa: l’inidoneità può essere data anche da natura giuridica

Tribunale

Tra le cause di inabitabilità di un immobile può infatti esserci anche l’impedimento giuridico. Si tratta di immobili posti sotto sequestro o indisponibilità all’uso su volontà di un Tribunale. Anche in questi casi è possibile utilizzare il bonus prima casa.

In caso di sussistenza di tutti i casi sopracitati, il nuovo acquirente potrebbe acquistare l’immobile sfruttando il medesimo bonus fiscale di cui ha avuto beneficio il pre-acquirente.