Nuovo bonus vista: cos’è e come funziona?

Arriva un nuovo bonus da poter richiedere per le famiglie italiane: si tratta del bonus vista. Si tratta del rimborso previsto per l’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto. Vediamo come funziona e come fare per poterlo richiedere.

occhiali-neri-min

Al via da venerdì 5 maggio ore 12.00 il nuovo Bonus Vista, un contributo che può essere richiesto da persone in determinate situazioni economiche e che può essere utilizzato sia per l’acquisto che per il rimborso di occhiali da vista o lenti a contatto correttive già comprati tra il 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2023.

Bonus occhiali e lenti: quanto vale?

Occhiali, Da

Vediamo quanto vale il bonus occhiali e lenti 2023. Tale bonus può essere richiesto una sola volta per nucleo familiare ed ha un valore massimo di 50 euro. L’ISEE del nucleo familiare in corso non deve superare i 10 mila euro. Il Bonus può essere usato sia come voucher da spendere presso i negozi che si siano accreditati, sia come rimborso per un acquisto già effettuato, sempre e solo se il negozio in cui è stato effettuato l’acquisto è tra quelli che hanno richiesto l’accreditamento.

Bonus occhiali e lenti: quali documenti sono necessari?

Vediamo quali sono i documenti necessari per poter richiedere il bonus lenti ed occhiali da vista. La documentazione necessaria è la seguente:

  • Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), riferita a un ISEE non superiore a 10mila euro
  • SPID di livello 2 o superiore o Carta di identità elettronica (CIE) 3.0 o Carta nazionale dei servizi (CNS)
  • in caso di rimborso di un acquisto già fatto, gli estremi della fattura o della documentazione commerciale.

Come richiedere il bonus occhiali?

Vediamo ora invece come richiedere il bonus occhiali e lenti da vista. Prima di procedere con l’invio della domanda è assolutamente necessario aver predisposto la DSU. E’ inoltre necessario essere muniti di: Ibancopia elettronica dello scontrino o della fattura pagata in formato JPG, PNG, PDF, HEIC o HEIF (max 3MB) e anche il numero di partita Iva.

DSU: come averla?

Occhiali, DaCome si può richiedere la DSU? Si tratta del documento che contiene i dati reddituali, anagrafici,  patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo.

Deve essere presentata:

  • all’ente che eroga la prestazione sociale agevolata
  • al Comune
  • a un CAF
  • online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

 

Lascia un commento