Opzione Donna 2023 cancellato? Il governo non ha copertura

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
01/12/2022

Opzione Donna è stata confermata anche per il 2023, ma con delle sostanziali modifiche ai requisiti di accesso alla misura. Tuttavia, sembrerebbe che il governo sia al lavoro per un’eventuale marcia indietro al fine di ripristinare l’opzione originale, ma tutto dipenderà dalla copertura finanziaria.

thoughtful-adorable-blonde-forty-years-old-pleased-woman-keeps-arms-folded-thinks-about-something-looks-away-wears-spectacles-knitted-sweater

Il testo della Manovra attualmente approvato prevede la proroga di Opzione Donna per un altro anno ma con delle sostanziali modifiche ai requisiti di accesso.

Tuttavia, secondo alcune fonti vicine alla maggioranza, il governo è al lavoro per valutare la possibilità di prorogare l’opzione di pensionamento così come è attualmente prevista, senza cambiamenti, ma per farlo è necessario trovare la dovuta copertura finanziaria.

Vediamo insieme a che punto è l’esecutivo su Opzione Donna.

Opzione Donna: confermata per il 2023 ma con nuovo requisito

coziness-domesticity-leisure-concept-portrait-stylish-gray-haired-woman-with-round-spectacles-her-head-enjoying-morning-coffee-holding-mug-looking-outside-through-window-glass

La versione attualmente in vigore di Opzione Donna prevede che a poter accedere al pensionamento anticipato siano le lavoratrici dipendenti con 58 anni di età e le lavoratrici autonome con 59 anni di età che abbiano maturato almeno 35 anni di contributi.

La legge di bilancio 2023 modifica i requisiti e permette l’accesso al pensionamento alle donne che hanno raggiunto i 60 anni di età, senza distinzione tra dipendenti e autonome, e con almeno 35 anni di anzianità contributiva.

Inoltre, è stato introdotto un requisito anagrafico, che riduce l’età di accesso al pensionamento di un anno per ogni figlio, nel limite massimo di due figli.

Opzione Donna, marcia indietro del governo

fashionable-fifty-years-old-woman-with-blonde-hair-dressed-jumper-warm-coat-looks-directly-front-with-serious-expression-poses-against-beige-wall-stays-beautiful-any-age

L’esecutivo è al lavoro su una possibile modifica della norma relativa a Opzione donna prevista dalla Manovra.

Secondo alcune fonti vicine alla maggioranza, il tema dovrebbe essere oggetto anche di una riunione informale con esponenti di maggioranza e la ministra del Lavoro Marina Calderone.

La clausola che lega l’uscita anticipata dal lavoro al numero dei figli continua a far discutere e il governo è al lavoro per trovare una soluzione. Tuttavia, per un’eventuale marcia indietro dell’esecutivo è necessario trovare la dovuta copertura finanziaria.