Over 67 senza pensione: come ottenere l’assegno sociale INPS 2022

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
28/08/2022

L’assegno sociale è un particolare strumento gestito dall’INPS volto a sostenere economicamente quei cittadini che hanno compiuto 67 anni ma che non dispongono dei requisiti necessari per percepire una pensione di vecchiaia. Vediamo insieme i dettagli della prestazione.

money-1005464_1920

L’assegno sociale è uno strumento introdotto e gestito dall’INPS per aiutare i cittadini in difficoltà economica che hanno superato l’età pensionabile (67 anni) ma che non hanno maturato i requisiti per poter percepire una pensione di vecchiaia.

Vediamo nel seguente articolo come funziona e quando spetta l’assegno.

Assegno sociale INPS: cos’è e quando spetta

attractive-experienced-sixty-year-old-man-accountant-holding-papers-having-concentrated-focused-look-while-working-on-financial-report-sitting-at-desk-using-laptop-people-lifestyle-and-technology-min

 

L’assegno sociale è uno strumento riconosciuto dall’INPS a tutti coloro che hanno superato l’età pensionabile senza raggiungere i requisiti necessari per percepire una pensione di vecchiaia e si trovano in una condizione economica di difficoltà. L’importo massimo dell’assegno sociale INPS 2022 è di 468,11 euro al mese per 13 mensilità.

Per poter beneficiare dell’assegno sociale i soggetti interessati devono rispettare alcuni specifici requisiti:

  • aver compiuto 67 anni;
  • possedere la cittadinanza italiana o di un altro paese UE;
  • avere residenza effettiva e dimora abituale in Italia;
  • percepire un reddito annuo non superiore a 5.983,64 euro se non coniugati (11.967,28 euro se coniugati).

Possono presentare domanda anche i cittadini extra-comunitari titolari di carta di soggiorno e i residenti in Italia in via continuativa da almeno 10 anni.

Assegno sociale INPS: come richiederlo

inps-pensioni-1200×675

La domanda per richiedere l’assegno sociale INPS può essere presentata scegliendo una delle seguenti modalità:

  • attraverso il portale web dell’INPS (autenticandosi tramite SPID, CIE o CNS);
  • servendosi del contact center dell’Istituto (803 164 da rete fissa e 06 164 164 da rete mobile);
  • rivolgendosi ai CAF o ai patronati presenti sul territorio.

Nella domanda è richiesto di allegare i seguenti documenti:

  • un’autocertificazione dei dati personali;
  • la dichiarazione della propria situazione reddituale;
  • la dichiarazione di responsabilità riguardo l’eventuale ricovero in un istituto con retta a carico dello Stato (in caso di ricovero, infatti, l’assegno viene ridotto del 50% se la retta è a totale carico dello Stato e del 25% se la retta è pagata dall’interessato o dai familiari ed è di un importo inferiore alla metà dell’assegno sociale).