Pagamenti cashless: Satispay diventa un unicorno

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
30/09/2022

Nel mondo della finanza sono sempre meno le aziende che hanno il vanto di essere diventate degli “unicorni”. Con questo termine si identificano tutte le società che raggiungono il miliardo di capitalizzazione. E’ il turno dell’italiana Satispay: vediamo come è stato possibile e qual è il business di riferimento.

Carte, Di

Anche l’Italia è in grado di generare unicorni, ossia società che raggiungono il valore di un miliardo di dollari. Si tratta di Satispay, che grazie ad un round B pazzesco, da oltre 320 milioni. L’operazione, annunciata il 28 settembre, vede l’ingresso di Addition come lead investor, mentre Greyhound Capital, tra gli altri azionisti dal 2018, segue e incrementa la propria quota nella società.

Vediamo come è stato possibile raggiungere questo importante traguardo e cosa accadrà ora.

Satispay: un unicorno tutto italiano

Carte, Di

Satispay è una società operante nel settore dei pagamenti digitali, che nel giro di pochi anni è stata in grado di attirare moltissimi investitori, al punto da farla diventare a tutti gli effetti un unicorno. Come spiega Dalmasso, co-fondatore e ceo della società:

Negli ultimi due anni siamo cresciuti moltissimo, più che raddoppiando la nostra customer base e lanciando in tre altri Paesi europei. Inoltre abbiamo coinvolto nel nostro team molti talenti che ci stanno aiutando a trasformare Satispay in una realtà più grande, strutturata e competitiva.

Vediamo ora quali sono le prospettive prossime per il mondo del lavoro.

Satispay: in arrivo nuove assunzioni?

Soldi

Cosa cambia ora dopo aver raggiunto lo status di unicorno? Con il raggiungimento di tale traguardo la società si è prefissata l’idea di assumere circa una persona al giorno entro i prossimi 18 mesi. Questo dovrebbe portare l’attuale numero di lavoratori, ossia circa 300, a raddoppiare.

Si ratterebbe di un importante beneficio al mondo del lavoro, in particolare in un momento così difficile che sta mettendo in ginocchio le economie di tutta Europa.