Pagamenti INPS, dicembre 2023: tutte le date da conoscere

Anche a dicembre l’INPS procederà con i dovuti pagamenti delle pensioni, del reddito di cittadinanza e delle altre prestazioni. Vediamo insieme nel dettaglio.

Pensione-quota-103-Inps-

L’INPS continua a erogare diverse prestazioni a dicembre, incluso l’ultimo pagamento del Reddito di Cittadinanza secondo la Manovra 2023 e il sostegno per la formazione e il lavoro. I pagamenti avvengono in date specifiche, con calendari differenziati a seconda delle prestazioni e delle condizioni del richiedente.

Pensioni: pagamenti secondo il calendario e tredicesima

12-inps-ansa

Le pensioni continuano ad essere erogate seguendo un preciso calendario bancario, con il pagamento a partire dal primo giorno lavorativo del mese.

Si procede con la corresponsione della tredicesima ai titolari di pensione di vecchiaia e ai beneficiari di trattamenti di invalidità o inabilità civile, in concomitanza con l’assegno pensionistico mensile.

Ultimo accredito per il Reddito di Cittadinanza

Dicembre segna l’ultima mensilità dell’erogazione del Reddito di Cittadinanza, come stabilito dalla Manovra 2023.

Questo sostegno economico, erogato direttamente sulle carte di Poste Italiane, giunge intorno alla metà del mese per i nuovi percettori, mentre per i beneficiari già in carico le somme sono state accreditate verso la fine di novembre.

È fondamentale precisare che chi ha già ottenuto sette mensilità non riceverà ulteriori pagamenti a dicembre.

Supporto per la formazione e il lavoro: indennità mensile

Un incentivo importante è rappresentato dal supporto introdotto dal Decreto Lavoro a partire dal 1° settembre: un’indennità mensile di 350 euro destinata a chi possiede specifici requisiti.

Il pagamento, soggetto a specifici tempi, avviene per le domande pervenute entro precise scadenze mensili e con condizioni specifiche per i richiedenti.

Assegno unico: pagamenti differenziati

L’assegno unico è oggetto di pagamenti differenziati in base alla data di presentazione della domanda e alle variazioni apportate.

Per i già percettori, i pagamenti avvengono intorno alla metà del mese, mentre per le nuove richieste o le modifiche successivamente apportate, gli accrediti sono previsti a partire dalla fine del mese successivo rispetto alla presentazione della richiesta.

Erogazione della Naspi e DIS-COLL

I pagamenti della Naspi (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) sono solitamente effettuati entro la metà del mese, tuttavia, la data di riconoscimento del sussidio può variare a seconda della data di presentazione della domanda.

Analogamente, per i percettori di DIS-COLL, le date di pagamento coincidono con quelle della Naspi. È possibile verificare le date specifiche di erogazione accedendo al proprio fascicolo previdenziale online tramite SPID, CNS o CIE.

Lascia un commento