Pagamenti POS: ecco le sanzioni previste per chi non rispetta le regole

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
13/04/2022

Stringono i termini entro cui raggiungere gli obiettivi fissati dal PNRR in materia di digitalizzazione: tra questi vi è sicuramente quello di garantire pagamenti tracciabili. Sono ancora tanti gli esercenti che non rispettano le regole in materia di POS: quali sono le sanzioni in cui rischiano di incorrere? 

payment-with-credit-card-businessman-holding-pos-terminal-pay-min

Il governo sta lavorando ad un nuovo decreto, che uscirà nelle prossime ore, il cui fine è quello di favorire la velocizzazione del raggiungimento dei 45 obiettivi del PNRR fissati per fine Giugno 2022. Tra questi vi sono nuove sanzioni per gli esercenti che impediscono ai clienti di pagare a mezzo POS, bloccando così la possibilità di avere pagamenti tracciabili.

Ciò favorirà senza dubbio anche la caccia agli evasori fiscali: approfondiamo la questione insieme!

Pagamenti POS: ecco le nuove sanzioni per chi non rispetta le regole

pagamento-carta-contactless-bancomat-bancoposta

Vediamo quali saranno le nuove sanzioni introdotte dal governo per coloro che non rispetteranno gli obblighi in materia di pagamenti POS. Con il nuovo decreto si anticiperanno le sanzioni al 2023, prevedendo l’introduzione della così detta doppia sanzione, ossia una parte fisa più una variabile in base all’importo in oggetto.

La componente variabile ammonta al 4% totale dell’importo che non è stato fatto pagare con il POS dall’esercente. Inoltre il Fisco chiederà l’invio obbligatorio di tutte le transazioni avvenute con moneta digitale, con l’obiettivo di stanare gli evasori che operano senza l’utilizzo degli scontrini.

Tutte le altre novità del decreto

postepay-1

Le novità però non si fermano alle multe per i pagamenti POS, ma si tratta di un vero e proprio nuovo sistema atto a raggiungere gli obiettivi del PNRR. Una delle altre novità è quella che riguarda il Superbonus 110%: l’idea è quella di rendere obbligatoria la comunicazione all’Enea, con il fine di contrastare le frodi ipotetiche.

Viene rilanciato anche il sistema della Lotteria degli Scontrini, che avrà l’innovativo funzionamento della vincita istantanea.