Pagella dell’imprenditore: cosa sono gli ISA?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
02/02/2022

Si sta parlando moltissimo delle così dette ISA, ossia gli indicatori sintetici di affidabilità. Detto in altri termini si tratta di una vera e propria pagella dell’imprenditore: cerchiamo di capire insieme come funziona e a cosa servono le ISA.

LAVORO

Le ISA, ossia gli Indicatori Sintetici di Affidabilità, sono delle pagelle che forniscono un punteggio da zero a dieci ai contribuenti titolari di partita IVA. Proprio per questo motivo vengono definite le “pagelle dell’imprenditore”. Gli ISA sono stati introdotti obbligatoriamente a partire dal 2018, andando dunque a sostituire gli studi di settore.

I voti forniti agli imprenditori si basano su molti temi: per coloro con punteggio da 8 in su sono previste delle agevolazioni fiscali.

ISA: cosa sono e a cosa servono

Lavoro

A livello tecnico, gli ISA sono dei punteggi derivanti da calcoli matematico-statistici effettuati su alcune tematiche essenziali per la vita imprenditoriale. Permettono di ottenere una sintesi sull’affidabilità dell’imprenditore, dal punto di vista fiscale, professionale e aziendale.

Tutti coloro che saranno definiti affidabili, ossia i contribuenti che avranno un punteggio dall’otto in su, avranno la possibilità di avere delle agevolazioni fiscali e molti altri benefici importanti. Si tratta di un modo di premiare coloro che risultano essere imprenditori affidabili e d’esempio.

Quali vantaggi fiscali ci sono per gli imprenditori affidabili?

Aiuti di stato certificazione cosa serve

Vediamo quali agevolazioni avranno gli imprenditori ritenuti più affidabili dal sistema di conteggio degli ISA. Come detto, il voto può avere valori nel range tra zero e dieci, ma solo coloro che hanno un punteggio dall’otto in su avranno benefici. Ecco quali in relazione al voto:

  • con un punteggio di 8 i contribuenti possono essere esonerati dall’apporre il “visto di conformità per la compensazione dei crediti d’imposta, nonché la riduzione di un anno dei termini per l’accertamento dei redditi di impresa e di lavoro autonomo e dell’IVA”;
  • con un punteggio di 8,5 i contribuenti possono essere esclusi “dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici”;
  • con un punteggio di 9 o 10 i contribuenti verranno “esclusi anche dall’applicazione della disciplina delle società non operative e dalla determinazione sintetica del reddito complessivo, laddove il reddito complessivo accertabile non ecceda di due terzi quello dichiarato”, si legge nella comunicazione dell’Agenzia delle entrate relativa ai punteggi degli ISA