Partite Iva: come risparmiare 10 mila euro di tasse?

Le nuove previsioni in materia di tassazione per le partite Iva, potrebbero far risparmiare loro circa 10 mila euro al mese. Questo potrebbe accadere per coloro che hanno un fatturato vicino alla soglia limite degli 85 mila euro. Vediamo come funziona la nuova regola e chi ci guadagna di più.

Soldi

Le nuove disposizioni in materia di tassazione per le partite Iva potrebbero portare dei risparmi molto importanti, ma solo per alcune categorie di beneficiari. Si tratta nel dettaglio di coloro che hanno un fatturato prossimo agli 85 mila euro, ossia il limite imposto dalla nuova legge sulla flat tax. Approfondiamo insieme la vicenda, valutando in particolare chi sono i soggetti che guadagneranno di più dalla nuova Legge di Bilancio.

Partite Iva: quanto si risparmia con 85 mila euro di fatturato?

Soldi

Vediamo in primis quanto è il risparmio garantito dalla nuova legge sulla flat tax, seguendo le disposizioni contenute nella nuova Legge di Bilancio. Ad essere posti in una situazione di vantaggio in tema di risparmio sono tutti coloro che hanno un fatturato uguale, o molto vicino, al limite fissato dalla legge a 85 mila euro, entro cui si applica la flat tax.

Il risparmio sulle tasse per la partita Iva di professionisti artigiani commerciali può toccare i 10.000 euro, soprattutto nel caso di professionisti che godono di un coefficiente di redditività del 78%.

Flat tax: ecco le novità

Lavoro

Vediamo ora quali sono le novità derivanti dall’applicazione delle nuove disposizioni in materia di flat tax. La grande novità è che la tassazione agevolata al 15% è stata estesa fino a coloro che hanno un reddito massimo di 85 mila euro. In questo modo si va a garantire a coloro che si avvicinano al suddetto limite, di avere un risparmio particolarmente elevato.

In seguito, vi è un’ulteriore novità relativa alla clausola antielusione, che come si evince dalla bozza di Legge di Bilancio:

Il regime forfettario cessa di avere applicazione dall’anno stesso in cui i ricavi o i compensi percepiti sono superiori a 100.000 euro.

Lascia un commento