Partite IVA, nuovi contributi a fondo perduto: importi, da quando e per chi

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
02/09/2021

Il mondo delle partite IVA si arricchisce di un nuovo bonus per fronteggiare la crisi post pandemica. Sono stati stanziati, infatti, aiuti a fondo perduto fino a 25 mila euro per i proprietari di discoteche e locali che sono rimasti chiusi anche nell’estate 2021.

top-border-euro-money-notes-min

In arrivo un nuovo bonus per le partite IVA del panorama delle discoteche e del mondo dello spettacolo, tra i settori che hanno accusato più pesantemente la pandemia. Per ottenere tali aiuti a fondo perduto, per un massimo di 25 mila euro, sarà necessario essere in possesso di determinati requisiti.

Il provvedimento attende la firma del Ministro dell’Economia Daniele Franco, successivamente sarà efficace mettendo sul piatto un totale di 140 milioni di euro.

Nuovo bonus partite IVA: a chi spetta?

stage-336695_1920

Il nuovo bonus per le partite IVA, introdotto dal decreto Sostegni Bis, prevede aiuti a fondo perduto per alcune categorie di partite IVA che hanno particolarmente patito la pandemia. Queste in particolare sono:

  • discoteche, sale da ballo, night-club e simili (codice Ateco 93.29.10) che alla data di entrata in vigore del decreto legge 23 luglio 2021 svolgono prevalentemente tale attività;
  • alle attività, individuate sempre dal codice Ateco 93.29.10, che tra il 1° gennaio e il 25 luglio 2021 sono state chiuse per un totale di almeno 100 giorni;

L’ammontare degli aiuti varierà in base al tipo di attività nel seguente modo:

  • fino a 25 mila euro di bonus per discoteche, sale da ballo night-club e simili;
  • importi che variano in base ai ricavi e ai compensi dell’anno 2019 per le altre categorie.

Per entrare tra i beneficiari del bonus è necessario:

  • essere già titolari di partiva IVA;
  • essere residenti o stabiliti in Italia;
  • non essere risultati già in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019.

Nuovo bonus anche per i lavoratori del mondo dello spettacolo

enactment-258631_1920

Un ulteriore bonus è erogabile per tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo: sono stati messi a disposizione, infatti, circa 13 milioni di euro a fondo perduto per autori, interpreti ed esecutori.

Le domande dovranno essere presentate seguendo il modello riportato dalla SIAE, che ne indicherà i requisiti e gli eventuali importi per ogni categoria richiedente.

La divisione dei 13 milioni di euro avverrà nel seguente modo:

  • il 45%, pari a 5.431.675,599 euro, va agli autori;
  • il 45%, pari a 5.431.675,599 euro, va agli artisti interpreti ed esecutori;
  • il 10%, pari a 1.207.039,022 euro, è destinato ai lavoratori autonomi che svolgono attività di riscossione dei diritti d’autore.