Pensione 2022: come andarci in anticipo con Opzione Donna?

Opzione Donna è una misura di pensione anticipata a cui possono accedere le lavoratrici dipendenti o autonome in possesso di determinati requisiti anagrafici e contributivi. Vediamo tutti i dettagli nel seguente articolo.

smiley-older-couple-waving-at-someone-they-re-talking-to-on-tablet

Opzione Donna è una misura di pensione anticipata rivolta alle lavoratrici dipendenti o autonome. Possono accedervi solamente le donne che rispettano determinati requisiti legati all’età e agli anni di contributi maturati.

Vediamo nel dettaglio come funziona Opzione Donna e cosa bisogna fare per attivarla.

Opzione Donna 2022: di cosa si tratta?

sad-frustrated-senior-woman-pensioner-having-depressed-look-holding-hand-on-her-face-calculating-family-budget-sitting-at-kitchen-counter-with-laptop-papers-coffee-calculator-and-cell-phone-min

Opzione Donna è un programma di pensione anticipata rivolto esclusivamente alle lavoratrici dipendenti e autonome in possesso dei seguenti requisiti anagrafici e contributivi:

  • aver compiuto 58 anni di età in caso di lavoratrice dipendente;
  • aver compiuto 59 anni di età in caso di lavoratrice autonoma;
  • le lavoratrici dipendenti devono aver cessato il rapporto di lavoro;
  • avere versato almeno 35 anni di contributi (ai fini del perfezionamento del requisito contributivo è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata in favore dell’assicurata).

Di conseguenza, la platea di potenziali beneficiarie dell’Opzione Donna nel 2022 comprenderebbe:

  • le lavoratrici dipendenti nate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 1963;
  • le lavoratrici autonome nate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 1962.

Possono accedere all’Opzione Donna, ricordiamo, solamente le lavoratrici che optano per il sistema di calcolo contributivo della pensione, accettando quindi di subire una penalizzazione sull’assegno.

Opzione Donna 2022: come attivarla

12-inps-ansa

La domanda per accedere all’Opzione Donna 2022 va presentata esclusivamente in via telematica tramite:

  • il portale online dell’INPS;
  • gli Istituti di Patronato;
  • il Contact Center integrato dell’Istituto, contattabile gratuitamente da rete fissa al numero 803 164, o a pagamento da rete mobile al 06 164 164.

In caso di accoglimento della richiesta, saranno le strutture territoriali competenti a procedere alla liquidazione della pensione.

Lascia un commento