Pensione a 66 anni: requisiti e come chiederla

24/09/2021

In alcuni casi è possibile sfruttare delle opzioni per andare in pensione con un anno di anticipo, riuscendo così a concludere la propria carriera a 66 anni anzichè a 67, come previsto dal normale ordinamento. Scopriamo come fare e quali sono le opzioni da sfruttare.

medium-shot-senior-couple-indoors-min

A livello di ordinamento, in Italia l’età in cui si va in pensione in automatico è quella di 67 anni. Vi sono però delle norme che permettono di anticipare l’uscita dal lavoro. Nel seguente articolo analizzeremo la possibilità di andare in pensione con un anno di anticipo.

Per molti contribuenti un anno di anticipo potrebbe essere molto utile, dunque vediamo in quali occasioni è possibile andare in pensione a 66 anni.

Pensione di vecchiaia a 66 anni: chi può chiedere di andarci?

smiley-older-couple-waving-at-someone-they-re-talking-to-on-tablet

Devono sussistere delle precise caratteristiche affinchè un contribuente possa richiedere di uscire dal mondo del lavoro con un anno di anticipo. Le categorie di lavoratori che possono fare richiesta sono:


Leggi anche: Prestiti con cessione del quinto della pensione: i tassi d’interesse

  • coloro che esercitano lavori gravosi (la lista, aggiornata di recente, comprende circa 57 lavori, che per le caratteristiche di logoramento psico-fisico sono considerati gravosi). Per rientrare tra i lavoratori gravosi, è necessario aver svolto l’attività almeno 7 anni negli ultimi 10 (o 6 negli ultimi 7);
  • lavoratori che esercitano una professione usurante (tali professioni sono previste dal decreto del Ministero del Lavoro del 18 maggio 1999). Per fare un esempio, rientrano in questa categoria coloro che hanno lavorato in miniera, in galleria o in una cava, o ancora in condizioni di alte temperature.
  • lavoratori notturni (s’intende tutti quei lavori che cmportano di lavorare almeno 64 notti l’anno).

Pensione anticipata: le altre opzioni

Old people making photo selfie vector illustration

L’ordinamento prevede altri casi per andare in pensione prima dell’età di vecchiaia stabilita, come ad esempio il caso della pensione anticipata, che consente di andare in pensione guardando i contributi versati:

  • 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne;
  • pensione anticipata precoce a 41 anni di contributi (detto anche Quota 41)

Infine, ricordiamo che ancora per poco può essere utilizzato Quota 100, che scadrà il 31 dicembre 2021. Con tale normativa si può andare in pensione nel momento in cui la somma tra età effettiva e contributi versati è pari a 100.


Potrebbe interessarti: Bonus spesa 2021: requisiti, importi e come usarli

 

 

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica