Pensione di invalidità 2021: importi, beneficiari e come ottenerla

19/09/2021

Ci sono delle novità per tutti coloro che hanno accesso alla pensione d’invalidità: sembra infatti che il Governo abbia intenzione di innalzarla fino a 1.173 euro al mese. Cerchiamo di capire quali categorie di invalidi potranno raggiungere il massimo valore disponibile.

Handicap

Nel complesso e vasto mondo normativo delle indennità, sicuramente quella per invalidità rappresenta una delle più importanti e più diffuse in Italia. Questa viene somministrata ad un soggetto cui sopraggiunge una condizione psico-fisica che non gli permette di essere totalmente autosufficiente.

Ciò ovviamenta comporta un danno sia al soggetto stesso, che vede limitarsi molto la propria vita, ma anche ai familiari o alle persone care, che devono riorganizzarsi per poter prestare cura alla persona invalida.

Pensione d’invalidità: come ottenerla

wheelchair-952183_1920

La pensione di invalidità è una vera e propria misura indennitaria, che mira a sostentare economicamente persone affette da invalidità psico-fisica più o meno gravi. Uno dei requisiti principali per ottenerla è quello di avere un reddito personale minimo annuo di 16.982 euro.


Leggi anche: Bonus acqua potabile 2021: cos’è, beneficiari e come fare domanda

L’invalidità deve essere riconosciuta previa specifica visita medica: una volta ottenuta l’invalidità, l’Inps s’impegnerà a versare un assegno mensile pari a 287,09 euro per tredici mensilità.

Oltre a questo assegno, la pensione d’invalidità potrebbe essere arricchita di ulteriori somme, come ad esempio la maggiorazione sociale, che potrebbe portare l’assegno a 651,12 euro mensili.

Le nuove maggiorazioni introdotte dal Governo

money-1005476_1920

Ai soggetti che rispettano i requisiti previsti per la somministrazione dell’assegno standard possono essere aggiunte altre indennità, che farebbero lievitare l’ammontare mensile.

Oltre al già citato assegno per la maggiorazione sociale, qualora dovesse essere riscontrata un’invalidità del 100%, si potrebbe ottenere l’accompagnamento indennitario, che aggiungerebbe altri 522,10 euro per 12 mensilità.

Questi assegni, uniti all’assegno standard, potrebbe portare nella più ottimistica delle circostanze a percepire un assegno mensile di circa 1.173 euro.

Chaiaramente i soggetti che fanno domanda devono essere in grado di dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti che stanno dichiarando. Qualora, inoltre, la domanda non dovesse essere presentata a tempo debito, l’Inps potrebbe procedere alla sospensione dell’erogazione degli assegni.


Potrebbe interessarti: Rimborsi IMU 2021: beneficiari e come fare domanda

 

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica