Pensione di invalidità 2023: nuove regole per i requisiti di reddito

L’INPS ha introdotto nuove regole per il riconoscimento delle pensioni di invalidità civile, con un cambiamento nel calcolo del reddito al lordo delle ritenute fiscali. Ciò potrebbe comportare una riduzione o revoca delle prestazioni per alcuni beneficiari.

Pensione di invalidità 2023: nuove regole per i requisiti di reddito

L’INPS ha introdotto nuove regole per il riconoscimento di alcune pensioni di invalidità civile collegate al reddito. Queste nuove disposizioni ridefiniscono il sistema di calcolo dei requisiti, ponendo l’attenzione sul reddito al lordo delle ritenute fiscali. Tale cambiamento potrebbe comportare una possibile riduzione o addirittura una revoca delle prestazioni.

L’INPS ha emesso un messaggio esplicativo che fornisce indicazioni sulla nuova procedura di calcolo del reddito rilevante ai fini delle prestazioni di invalidità civile, includendo i redditi soggetti a IRPEF al lordo delle ritenute fiscali.

Nuove regole regole di riconoscimento delle pensioni di invalidità civile

Pensione di invalidità 2023: nuove regole per i requisiti di reddito

L’INPS ha introdotto nuove regole che riguardano specificamente il riconoscimento delle pensioni di invalidità civile legate al reddito. La soglia di reddito richiesto per ottenere tali prestazioni è stata ridefinita, portando alla considerazione del reddito al lordo delle ritenute fiscali.

Possibili implicazioni sulle prestazioni

Con il nuovo sistema di calcolo del reddito al lordo delle ritenute fiscali, ci sono delle possibili implicazioni sulle prestazioni di invalidità civile. Alcuni beneficiari potrebbero riscontrare una riduzione delle prestazioni a causa dell’aumento della soglia di reddito richiesto, mentre altri potrebbero addirittura subire la revoca delle prestazioni.

Indicazioni fornite dall’INPS

L’INPS ha chiarito la procedura di calcolo del reddito rilevante ai fini delle prestazioni di invalidità civile attraverso un messaggio esplicativo inviato il 18 luglio 2023 (Messaggio n. 2705/2023). Il reddito rilevante per la valutazione del diritto alle prestazioni deve essere considerato al lordo delle ritenute fiscali.

Contesto legislativo

La determinazione del limite reddituale per l’assegnazione delle prestazioni di invalidità civile si basa sugli art. 14 septies, DL 30 dicembre 1979, n. 663, convertito dalla legge 29 febbraio 1980 n. 33, al lordo delle ritenute fiscali (art. 2, DM 31 ottobre 1992, n. 553). L’INPS ha quindi stabilito di considerare i redditi soggetti a IRPEF al lordo delle ritenute fiscali.

Effetto delle nuove regole nel 2023

Le nuove regole introdotte dall’INPS riguardo il calcolo del reddito rilevante per le pensioni di invalidità civile restano valide nel 2023. I beneficiari delle prestazioni sono invitati a verificare attentamente come tali cambiamenti potrebbero influenzare le loro pensioni e a prendere le misure necessarie per adempiere alle nuove disposizioni.

Lascia un commento