Pensione di vecchiaia e assegno sociale 2022: come funziona

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
19/03/2022

Quei lavoratori che al raggiungimento dei 67 anni non hanno acquisito il diritto alla pensione di vecchiaia hanno comunque la possibilità di richiedere l’assegno sociale, in attesa del raggiungimento del 71esimo anno di età. Scopriamo insieme come funziona il sistema pensionistico in oggetto.

elegant-old-couple-sitting-at-home-and-using-a-laptop-minSe si è in possesso di determinati requisiti è possibile usufruire della pensione di vecchiaia a 67 anni. Tuttavia, esistono determinati casi in cui i requisiti richiesti non sono sufficienti e pertanto è necessario attendere il 71esimo anno di età per andare in pensione. Nel frattempo, è possibile, però, usufruire dell’assegno sociale.

Vediamo insieme nel dettaglio.

Pensione di vecchiaia 2022: a 67 anni o a 71 anni?

attractive-experienced-sixty-year-old-man-accountant-holding-papers-having-concentrated-focused-look-while-working-on-financial-report-sitting-at-desk-using-laptop-people-lifestyle-and-technology-minLa pensione di vecchiaia si raggiunge al compimento dei 67 anni di età e con almeno 20 anni di contributi versati. Tuttavia, in alcuni casi i precedenti requisiti non sono sufficienti e pertanto è necessario attendere i 71 anni per poter andare in pensione.

Infatti, coloro che hanno i contributi versati prima del 1 gennaio 1996, gli unici requisiti richiesti per poter accedere alla pensione di vecchiaia sono il compimento dei 67 anni e l’aver maturato almeno 20 anni di contributi. Per chi, invece, non ha versato nessun contributo prima del 1996 i requisiti richiesti sono tre:

  • 67 anni di età;
  • almeno 20 anni di contributi versati;
  • che l’importo dell’assegno spettante sia di almeno 1,5 volte l’assegno sociale INPS (considerando che per il 2022 l’assegno sociale ha un importo mensile di 468 euro circa, si parla di una pensione che deve essere di almeno 702 euro).

Assegno sociale: cos’è, requisiti e importi

smiley-older-couple-waving-at-someone-they-re-talking-to-on-tabletIn attesa del raggiungimento del settantunesimo anno di età è possibile richiedere l’assegno sociale, ossia la prestazione economica, erogata a domanda, dedicata ai cittadini italiani e stranieri in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori alle soglie previste annualmente dalla legge.

I requisiti per poter usufruire dell’assegno sociale sono i seguenti:

  • avere 67 anni di età compiuti;
  • avere residenza effettiva e continuativa in Italia, minima di 10 anni;
  • non superare 6085,30 euro annuali di reddito personale ed 12.170,60 euro annuali di reddito complessivo con il coniuge.

Nel 2022 l’importo dell’assegno sociale Inps, è pari a 468,10 euro per 13 mensilità. Hanno diritto a ricevere l’importo dell’assegno sociale in misura intera:

  • i disoccupati con 67 anni di età non coniugati e che non possiedono alcun reddito,
  • i disoccupati o pensionati coniugati, che possiedono un reddito complessivo inferiore al totale annuo dell’assegno sociale Inps (12.170,60 euro per il 2022).