Pensione partita IVA 2023: criteri di età, contributi e calcolo dell’importo

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
28/05/2023

Quali sono i criteri per la pensione dei lavoratori autonomi con partita IVA? Come vengono stabiliti l’età pensionabile e il requisito minimo di contributi per ottenere il trattamento previdenziale? Inoltre, come viene calcolato l’importo della pensione per i lavoratori autonomi? Vediamo insieme.

Pensioni

Esamineremo nel dettaglio il calcolo della pensione per i lavoratori autonomi con partita IVA, compresi imprenditori e liberi professionisti, tenendo conto delle regole standard e delle formule per la pensione anticipata a cui possono accedere.

Partita IVA: requisiti standard e pensione anticipata

elegant-old-couple-sitting-at-home-and-using-a-laptop-min

Le regole generali per la pensione dei lavoratori autonomi con partita IVA prevedono un’età pensionabile di 67 anni con almeno 20 anni di contributi. Tuttavia, esiste anche la possibilità di accedere alla pensione anticipata con requisiti specifici.

Regole per i lavoratori autonomi con casse private

I lavoratori autonomi che aderiscono a casse di previdenza private sono soggetti a norme particolari per l’età pensionabile e il calcolo dei contributi. L’accesso a forme di flessibilità in uscita e agevolazioni pensionistiche dipende dalla gestione previdenziale a cui si è affiliati.

Affiliazione alle casse di previdenza

A seconda della professione svolta, i lavoratori autonomi con partita IVA devono iscriversi a una specifica cassa o gestione previdenziale. Questo può includere le casse di previdenza di categoria per i liberi professionisti con Albo professionale e le gestioni INPS per i liberi professionisti senza cassa e gli artigiani e commercianti.

Contribuzione e calcolo dei contributi

Le casse di previdenza di categoria hanno un sistema di contribuzione stabilito dal loro regolamento, mentre le gestioni INPS prevedono un sistema di contribuzione con percentuali annualmente definite sul reddito imponibile.

Gli artigiani e i commercianti devono versare una contribuzione minima e calcolare i contributi sulla parte eccedente. I titolari di partita IVA nel regime forfettario possono richiedere una riduzione del 35% dei contributi all’INPS.

Modalità di calcolo della pensione

Il calcolo della pensione per i lavoratori autonomi dipende dall’età contributiva raggiunta al 31 dicembre 1995. Coloro che hanno accumulato almeno 18 anni di contributi hanno un criterio misto con sistema retributivo fino al 31 dicembre 2011 e contributivo successivamente.

Per chi ha meno di 18 anni di contributi si applica un criterio misto fino al 31 dicembre 1995 e contributivo dopo il 1° gennaio 1996. Chi si è iscritto dall’1 gennaio 1996 segue esclusivamente il criterio contributivo basato sui contributi versati nel corso degli anni.