Pensioni 2022 al via la rivalutazione: da quando

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
11/08/2022

Il Decreto Aiuti bis ha anticipato il termine a partire dal quale avrà luogo la rivalutazione delle pensioni. L’anticipo, infatti, si è reso necessario a causa dell’aumento dell’inflazione degli ultimi mesi, destinata ad aumentare ancora prossimamente. Vediamo insieme le novità in merito.

nurse-holding-senior-man-s-hands-sympathy

Il Decreto Aiuti bis è stato approvato ufficialmente il 4 agosto dal CdM ed è stato pubblicato in GU il 9 agosto 2022. Tra i diversi interventi inseriti al suo interno è compresa anche la rivalutazione delle pensioni, anticipo dal 1° ottobre 2022 per i titolari di assegni fino a 2.692 euro mensili, unito al conguaglio della perequazione dal mese di novembre per tutti.

Vediamo insieme le novità introdotte dal nuovo decreto in materia di pensioni.

Dl Aiuti bis: dal 1° ottobre al via la rivalutazione delle pensioni

elegant-old-couple-sitting-at-home-and-using-a-laptop-min

I dati ISTAT di luglio hanno registrato un’inflazione a giugno di quest’anno dell’8 per cento, ad un livello così alto che non si verificava in Italia dal 1986. La percentuale è destinata a salire nei prossimi mesi a causa dei rincari dovuti alla guerra in Ucraina e alla pandemia.

Per questo motivo, il governo ha deciso di anticipare la perequazione al 1° ottobre, piuttosto che dal primo gennaio 2023. In parallelo, sarà riconosciuto un anticipo dei conguagli relativi al 2021.

La novità è contenuta nel Decreto Aiuti bis, approvato ufficialmente il 4 agosto dal Consiglio dei Ministri e pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 9 agosto 2022.

L’aumento riconosciuto sarà pari ad un totale del 2,2 per cento, anche se non riguarderà tutti i pensionati. Infatti, la perequazione si applica a tutte le pensioni erogate dalla previdenza pubblica, ovvero dal FPLD, dalle gestioni dei lavoratori autonomi, dalle gestioni sostitutive, esonerative e esclusive e da quelle integrative o aggiuntive.

Investe sia le pensioni dirette sia quelle ai superstiti e si calcola ogni anno a partire da gennaio, sulla base dell’indice FOI registrato nell’anno precedente.

Cos’è la perequazione

smiley-older-couple-waving-at-someone-they-re-talking-to-on-tablet

La perequazione adegua gli importi degli assegni pensionistici all’aumento dei prezzi e li mette al riparo dalla perdita del potere d’acquisto causata dall’inflazione.

Si attiva a gennaio di ogni anno e si calcola prendendo come punto di riferimento l’inflazione dell’anno precedente.