Pensioni 2022, bonus 200 euro non pagato: cosa fare

Con luglio ha inizio l’erogazione del bonus 200 euro per i pensionati, che troveranno il contributo erogato direttamente con il cedolino mensile. Ma cosa fare nel caso in cui non si riceva il bonus? Vediamo insieme.

money-1005476_1920

Con il pagamento delle pensioni nel mese di luglio verrà erogato anche il nuovo bonus 200 euro. Tuttavia, alcuni pensionati potrebbero ritrovarsi con il contributo non pagato, nonostante rispettino i requisiti richiesti dalla normativa per accedere alla misura.

Come procedere in tal caso? Vediamo insieme.

Pensioni 2022: cosa fare se il bonus 200 euro non viene pagato

money-1033647_1920

Nonostante i pensionati, in possesso dei requisiti richiesti, attendano il pagamento del bonus 200 euro nel pagamento di luglio, potrebbe accadere che alcuni non lo ricevano, nonostante se ne avesse diritto.

In tal caso, è necessario rivolgersi all’Inps presentando domanda di ricostituzione, per cui l’Istituto ha messo a disposizione un apposita funzione sul proprio sito, alla quale il pensionato può accedere autenticandosi all’area personale. Questa, denominata “verifiche bonus decreto aiuti 2022” consente di visualizzare l’esito della valutazione effettuata dall’Inps e in caso di mancato pagamento ne vengono indicate le relative motivazioni.

A seconda del motivo per cui il bonus 200 euro non è stato pagato, dunque, il pensionato potrà presentare domanda di ricostituzione fornendo all’Inps tutta la documentazione necessaria a sbloccare la pratica.

Bonus 200 euro: calendario dei pagamenti

calendar-gddd9078ac_1920

Il pagamento avverrà nel mese di luglio per:

  • i pensionati residenti in Italia, titolari di uno o più trattamenti pensionistici di pensione o assegno sociale, pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione (con decorrenza entro il 30 giugno 2022);
  • nuclei beneficiari del Reddito di cittadinanza a giugno 2022;
  • i lavoratori domestici.

Nel mese di ottobre il bonus 200 euro verrà erogato ai:

  • lavoratori i quali è prevista la presentazione della domanda: lavoratori a termine, somministrati, venditori porta a porta, co.co.co, autonomi occasionali, purché non siano esclusi in quanto occupati come dipendenti nel mese di giugno 2022;
  • i titolari nel mese di giugno 2022 delle prestazioni NASpI e DIS-COLL, per la platea dei beneficiari di disoccupazione agricola 2021 e dei già beneficiari delle indennità COVID-19 2021.

Lascia un commento