Pensioni 2022: cosa fare in caso di furto?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
29/04/2022

Capita spesso di sentire di malcapitati che puntano le persone anziane per derubarle della loro pensione. Ma cosa fare in caso di rapina? Esiste un’assicurazione a cui affidarsi? E se sì, a quanto ammonta il risarcimento? Vediamo insieme nel dettaglio.

sad-frustrated-senior-woman-pensioner-having-depressed-look-holding-hand-on-her-face-calculating-family-budget-sitting-at-kitchen-counter-with-laptop-papers-coffee-calculator-and-cell-phone-minPuò capitare che una persona anziana sia vittima di furto e spesso l’obiettivo del rapinatore è la pensione appena ritirata, soprattutto in prossimità degli uffici postali dove i pensionati ritirano la pensione in contanti.

Cosa fare in caso di furto? A quale assicurazione rivolgersi? Vediamo insieme come funziona.

Pensioni 2022: cosa fare in caso di furto

money-1005464_1920Consapevole del fatto che spesso le persone anziane siano vittime di furto della pensione, soprattutto nei momenti di ritiro, Poste Italiane ha stipulato un contratto di assicurazione che tutela le vittime di furti o raggiri dopo il prelevamento della pensione e che permette di ottenere un risarcimento.

In caso di furo, il pensionato verrà risarcito da Poste italiane di un importo massimo pari a 700 euro. Per poter accedere al risarcimento, è necessario sporgere denuncia tramite Polizia o Carabinieri e poi presentare la richiesta di rimborso agli sportelli postali.

Come funziona l’assicurazione di Poste Italiane

pagamento-pensioni-posteI possessori di un conto BancoPosta, al momento dell’apertura del conto presso il proprio ufficio postale, possono richiedere una copertura assicurativa gratuita, riempiendo un apposito modulo.

L’assicurazione copre episodi di furto che avvengono nell’arco di due ore dal prelevamento della pensione presso sportelli ATM Postamat o uffici postali; pertanto, l’assicurazione non interviene se il furto avviene, ad esempio, presso la propria abitazione, in negozi o a distanza di tempo.

Dunque, in caso di furto, Poste Italiane prevede un risarcimento di massimo 700 euro che viene accreditato direttamente sul conto del diretto interessato entro 30 giorni.

Per avere diritto al risarcimento è necessario presentare:

  • lo scontrino rilasciato dallo sportello automatico;
  • la denuncia presentata all’autorità giudiziaria.