Pensioni 2022: l’inflazione fa aumentare gli importi

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
05/01/2022

Chi ha riscosso la pensione in questi giorni del nuovo anno avrà probabilmente notato un aumento degli importi. Infatti, con l’aumento del costo della vita e il galoppare dell’inflazione, le retribuzioni delle pensioni hanno subito un incremento per adeguarsi alla situazione attuale. 

elegant-old-couple-sitting-at-home-and-using-a-laptop-minCon l’arrivo del nuovo anno arriva anche un aumento degli importi delle pensioni per via dell’inflazione. Infatti, coloro che hanno ricevuto l’assegno avranno notato che rispetto ai mesi precedenti le pensioni hanno raggiunto importi maggiori. Ma di quanto esattamente? Vediamo insieme.

Pensioni 2022: di quanto sono aumentati gli importi?

smiley-older-couple-waving-at-someone-they-re-talking-to-on-tabletLe pensioni che raggiungono un importo di 1.500 euro lordi avranno un incremento di 25 euro, che diventano 34 per pensioni da 2.000, fino a sfiorare i 50 euro per chi ha una retribuzione di oltre 3.000 euro al mese.

I motivi di questi aumenti sono dovuti alla rivalutazione prevista quando il costo della vita aumenta di molto, cosa che è recentemente accaduta dopo anni, a causa dell’aumento dell’inflazione.

L’incremento, però, sarà al massimo dell’1,7 per cento lordo (per i redditi più bassi), mentre i prezzi corrono a quote più elevate (3,7 per cento annuo). Tuttavia, la perdita d’acquisto potrebbe venir compensata dal taglio delle tasse previsto dalla Legge di Bilancio 2022:circa 2,6 dei 7 miliardi complessivi di risparmi sull’imposta sui redditi riguarderanno infatti chi ha lasciato il lavoro.

Dal 2022 entra in vigore Quota 102

attractive-experienced-sixty-year-old-man-accountant-holding-papers-having-concentrated-focused-look-while-working-on-financial-report-sitting-at-desk-using-laptop-people-lifestyle-and-technology-minUn’altra importante novità in materia pensioni in arrivo quest’anno è l’entrata in vigore di Quota 102, il nuovo meccanismo per andare in pensione che sostituirà Quota 100, previsto dalla Legge di Bilancio 2022. Quota 102 permette di accedere alla pensione con 38 anni di contributi e raggiungiti i 64 anni di età, per un totale di 102 anni.

Per quanto riguarda il 2023 non si hanno ancora notizie e supposizioni in merito, poiché Quota 102 è stata introdotta in maniera temporanea per l’anno 2022.