Pensioni 2022, Quota 102: come funziona e cosa cambia

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
23/12/2021

Quota 102 è il nuovo meccanismo che entrerà in vigore a partire dal prossimo anno per quanto riguarda l’erogazione delle pensioni. Vediamo insieme come funziona e cosa cambia rispetto a Quota 100 e la legge Fornero.

leisure-of-pensioners-min (1)Secondo quanto previsto dal disegno di legge di bilancio 2022 approvato recentemente dalla Commissione Bilancio del Senato, dal prossimo anno entrerà in vigore la Quota 102, la quale permetterà di accedere alla pensione con 38 anni di contributi e raggiungi i 64 anni di età, per un totale di 102 anni. Tale meccanismo è previsto soltanto per il prossimo anno, pertanto non si sa ancora nulla in merito al 2023, e andrà a sostituire Quota 100.

Da Quota 100 a Quota 102, passando per la Legge Fornero

sad-frustrated-senior-woman-pensioner-having-depressed-look-holding-hand-on-her-face-calculating-family-budget-sitting-at-kitchen-counter-with-laptop-papers-coffee-calculator-and-cell-phone-minL’approvazione di Quota 100 in via sperimentale era avvenuta nel 2018 e la durata massima era prevista fino al 2021. Per evitare il ritorno della Legge Fornero, si è dunque optato per un meccanismo diverso, ossia quello di Quota 102: infatti, il precedente meccanismo era stato fortemente criticato in quanto consentiva di andare in pensione a un’età troppo “giovane” rispetto agli standard occidentali, con pesanti conseguenze sulle casse dello stato e soprattutto per le future generazioni.

Secondo l’INPS fino alla fine di agosto del 2021, 341.000 cittadini avevano richiesto di accedere a “Quota 100”, e più del 60% erano lavoratori tra i 62 e 63 anni di età. In tutto la spesa sostenuta e da sostenere per lo stato supera i 18,8 miliardi di euro fino al 2030.

Il meccanismo vigente prima di Quota 100 era quello stabilito dalla legge Fornero, la quale consentiva di accedere pensione dopo aver compiuto 67 anni o dopo aver maturato 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne, o 42 anni e 10 mesi per gli uomini. La legge era stata approvata durante il governo Monti, in un momento di crisi economica. Come altre leggi adottate da quel governo, la legge Fornero fu una misura mirata a risanare immediatamente le finanze pubbliche, ma appena l’economia iniziò a riprendersi la maggioranza dei partiti cominciò a chiedere a gran voce una nuova normativa in materia di pensioni.

Per quanto riguarda il 2023 non si hanno ancora notizie e supposizioni in merito, poiché Quota 102 è stata introdotta in maniera temporanea per l’anno 2022.