Pensioni 2023: aboliti i limiti di età?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
31/12/2022

La volontà del governo per quanto riguarda le pensione è ben chiara: si vuole fare in modo di togliere il limite di età per andare in pensione, e dare più valore al tempo lavorato e ai contributi versati. Da questi grandi cambiamenti ne usciranno sicuramente modificate Quota 41 e Opzione Donna.

pensioni novita pagamenti

Novità del governo sul fronte pensioni: stando a quanto dichiarato nel discorso di approvazione della Legge di Bilancio 2023 le pensioni saranno ben diverse nel 2023 rispetto a come sono ora. Il governo, stando a quanto dichiarato da Federico Freni, sottosegretario all’Economia in quota Lega, ha intenzione di prevedere nuove flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, che andranno a sostituire l’attuale Quota 41 e la tanto discussa Opzione Donna.

Approfondiamo insieme la vicenda nel seguente articolo.

Quota 41: le novità per il 2023

pensioni

Vediamo in primis come cambierà Quota 41, una delle misure più utilizzate dagli italiani per andare in pensione negli ultimi anni. Stando a quanto trapelato infatti, il governo ha intenzione di togliere il vincolo dell’età e di far pesare solamente i contributi pagati. Ad oggi per andare in pensione con Quota 41 è necessario avere 62 anni anagrafici e 41 anni di contributi.

Ad oggi però sembra molto complesso che il governo riesca a raggiungere un simile risultato, in quanto le risorse da mettere a disposizione sarebbero tantissime, forse troppe data anche la situazione economica globale. L’obiettivo principale è comunque quello di evitare un ritorno totale alla Legge Fornero.

Opzione donna: come cambierà nel 2023?

inps-pensioni-1200×675

Vediamo ora in che modo cambierà Opzione Donna, l’altra misura molto utilizzata per andare in pensione in Italia. In questo caso la questione è assai più complessa, in quanto una proroga della misura attuale non sarebbe stata sostenibile a livello economico. Si pensa più che altro a dare alla misura una quadra migliorativa.

Nel 2023:

  • Si può scegliere Opzione donna dopo aver compiuto i 60 anni se non si hanno figli.
  • Si può scegliere Opzione donna dopo aver compiuto i 59 anni con un figlio.
  • Si può scegliere Opzione donna dopo aver compiuto i 58 anni con due o più figli oppure se si rientra nella categoria delle dipendenti di aziende in crisi.