Pensioni: che succede se mancano i soldi per la riforma?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
10/10/2022

Con la formazione del nuovo governo, iniziamo le indiscrezioni su quali saranno le prime riforme che l’esecutivo andrà a fare. Una delle principali è quella che riguarda la riforma delle pensioni, da tempo necessaria in quanto il sistema italiano è fortemente arretrato. Cosa potrebbe accadere se l’Italia non avesse i soldi per farla?

Pensioni

L’Italia è da sempre uno dei Paesi con più necessità di riforme a livello europeo. La sfida del governo Meloni sarà quella di saper gestire tutte le necessità del Paese, cercando di saper utilizzare al meglio il budget a disposizione. Un ruolo essenziale sarà giocato anche dal premier uscente Draghi, che avrà il compito di apparecchiare al meglio il tutto.

Ma cosa potrebbe accadere qualora il governo non dovesse avere i soldi per effettuare la riforma?

Pensioni: si farà la riforma con la nuova Legge di Bilancio?

Pensioni

Cosa potrebbe accadere qualora il governo non dovesse avere i soldi per sostenere la riforma pensioni? Chiaramente la riforma non sarebbe effettuata e la situazione non muterà rispetto a quella attuale. Per andare in pensione dunque bisognerà avere i seguenti requisiti:

  • 67 anni di età e 20 anni di contributi per la pensione di vecchiaia, 71 anni di età e 5 di contributi per la relativa opzione riservata ai contributivi puri;
  • 42 anni e 10 mesi di contributi, un anno in meno per le donne, per la pensione anticipata, oppure 64 anni di età, 20 anni di contributi e un assegno pari o superiore a 2,8 volte l’importo dell’assegno sociale nel caso dell’opzione contributiva;
  • 41 anni di contributi per i lavoratori precoci che rientrano nelle categorie descritte da quota 41.

Pensioni: ritorno alla Fornero?

pensioni

Lo spettro che tutti gli italiani intravedono è quello di un potenziale ritorno integrale alla Legge Fornero. Questo potrebbe accadere in quanto vi sono tre riforme in scadenza, che fungevano da ammortizzatore per la Legge Fornero. Si tratta di Ape Sociale, Quota 102 e Opzione Donna.

Qualora nessuna di queste misure dovesse essere confermata, allora si potrebbe tornare completamente alle disposizioni della Legge Fornero. Vedremo cosa succederà nel futuro prossimo.