Pensioni: chi ha diritto al supplemento di pensione?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
14/05/2022

Coloro che percepiscono la pensione principale, supplementare o l’assegno ordinario di invalidità possono beneficiare del supplemento di pensione. Vediamo insieme in cosa consiste, come funziona e chi sono i beneficiari.

money-1005464_1920Il supplemento di pensione è una prestazione dell’Inps di cui possono usufruire i percettori della pensione e che va ad integrare il trattamento di cui si è già titolari. Il supplemento di pensione spetta ai titolari di pensione principale, supplementare o di assegno ordinario di invalidità che continuando a lavorare versano i relativi contributi.

Vediamo insieme nel dettaglio in cosa consiste il supplemento in questione e chi può richiederlo.

Supplemento di pensione: di cosa si tratta

money-1005479_1920Il supplemento di pensione è una prestazione Inps il cui importo va sommato a quello dell‘assegno pensionistico che già si riceve. Consiste in un aumento dell’importo della pensione di cui si è titolari, da calcolare sulla base della tipologia di trattamento e dei contributi versati a partire dalla data di pensionamento.

Tra i requisiti necessari per poter usufruire del supplemento di pensione è previsto che siano trascorsi almeno cinque anni dalla data di decorrenza della pensione, due anni nel caso della gestione separata.

La domanda si presenta online all’INPS attraverso il Consulente delle Pensioni, oppure tramite contact center o enti di patronato abilitati. I supplementi iniziano ad essere versati a partire dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda, nel rispetto dei requisiti previsti dalla legge.

Il calcolo dell’importo

money-1033647_1920L’importo del supplemento di pensione si calcola in base ai contributi versati dal lavoratore dopo la pensione. In base alla tipologia del trattamento e dei contributi per i quali si chiede il supplemento, cambiano le regole sul calcolo e sui requisiti.

Per le anzianità contributive acquisite a partire dal 1° gennaio 2012, il calcolo dell’importo del supplemento si effettua con il sistema di calcolo contributivo. Per le anzianità acquisite prima di questa data, invece, il calcolo segue quello utilizzato per la liquidazione della pensione.

Nel caso in cui la pensione sia integrata al trattamento minimo, l’importo potrebbe essere assorbito dalla stessa integrazione.

Chi ha diritto al supplemento di pensione?

money-1005476_1920Il supplemento di pensione spetta ai titolari di pensione che hanno versato contributi all’INPS lavorando dopo la data di decorrenza della pensione. Nello specifico, possono usufruire dell’aumento i titolari della pensione principale, supplementare o dell’assegno ordinario di invalidità, che sono iscritti alla:

  • Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO), per i lavoratori dipendenti o autonomi;
  • Gestione separata, spetta dopo la decorrenza della pensione nella medesima assicurazione;
  • Gestione dei lavoratori spettacolo e sport (ex ENPALS), spetta dopo la decorrenza della pensione nella medesima assicurazione o nel FPLD.
  • I titolari di pensione principale del Fondo Volo e del soppresso Fondo Autoferrotranvieri hanno diritto ad un supplemento per i contributi maturati nell’AGO a partire dal 1° gennaio 1996.

Il supplemento spetta anche ai lavoratori che hanno ottenuto il trattamento pensionistico attraverso un istituto di “cumulo” dei periodi assicurativi, come la totalizzazione o il cumulo previsti dalla legge n. 228/2012.