Pensioni: come funziona il nuovo servizio online INPS?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
28/01/2022

L’INPS ha lanciato nel proprio portale un nuovo strumento utile per calcolare gli anni rimanenti di pensione. Il servizio Pensami sfrutta dei calcoli statistici ed è in grado di calcolare, con margine di errore crescente in base alla distanza della presunta data di pensionamento, il momento in cui si andrà in pensione.

1619257029-1617779768-inps

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha deciso di dare una svolta digitale al meccanismo di calcolo della pensione e di supporto ai contribuenti. Il nuovo sistema Pensami consente di venire a conoscenza della propria situazione pensionistica, venendo a conoscenza con più o meno anticipo della data di pensionamento.

Vediamo insieme di cosa si tratta e come funziona il nuovo sistema Pensami dell’INPS.

Pensioni: come funziona il nuovo sistema Pensami?

ROMA DESERTA

Il sistema posto in essere dall’INPS non è altro che un simulatore, che consente di conoscere la data futura di pensionamento dei contribuenti. Questo esegue dei calcoli, che hanno un margine di errore crescente in base alla distanza del momento della pensione dal momento in cui si richiede il computo.

Il simulatore è articolato su tre livelli, e questi sono:

  • primo livello: si ha una risposta su qual è la pensione a cui si ha diritto e su qual è il calcolo applicato;
  • secondo livello: la risposta riguarda la domanda su qual è la data in cui si andrà in pensione;
  • terzo livello: viene data una risposta riguardo alla possibilità di anticipare o meno l’accesso alla pensione.

Non è obbligatorio procedere al calcolo di tutti e tre i livelli, ci si può anche fermare al primo o al secondo.

Come si accede al servizio Pensami?

INPS

Vediamo ora come è possibile accedere al servizio Pensami, disponibile ricordiamo sul sito dell’INPS. Il servizio è a disposizione di tutti, infatti non è necessario avere l’identità digitale per accedere. Per entrare nel sistema basta entrare nel sito dell’INPS ed accettare tutte le condizioni. In seguito si clicca sul tasto inizia e si da il via alla simulazione.

Attenzione però: i trattamenti pensionistici diretti devono attenersi alle seguenti gestioni previdenziali:

  • (Fondo pensioni lavoratori dipendenti (FPLD)
  • Gestione esercenti attività commerciali (COM)
  • Gestione artigiani (ART)
  • Gestione coltivatori diretti, mezzadri e coloni (CD/CM)
  • Gestione separata
  • Cassa pensioni dei dipendenti delle amministrazioni dello Stato (CTPS)
  • Cassa pensioni dei dipendenti degli Enti locali (CPDEL)
  • Cassa pensioni degli ufficiali giudiziari (CPUG)
  • Cassa pensioni insegnanti (CPI)
  • Cassa pensioni sanitari (CPS).