Pensioni: estensione no tax area e maggiori detrazioni

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
01/12/2021

La riforma fiscale in atto porterà grandi novità sul fronte delle pensioni, in particolare riguardo alle maggiori detrazioni e alla no-tax area, che verrà estesa a più redditi di pensione. Analizziamo la questione a fondo e scopriamo tutti i benefici per i pensionati. 

Pensioni

Per il 2022 le pensioni saranno più sostanziose grazie alla no-tax area che verrà estesa ulteriormente. Oltre a questa vi sarà una revisione delle detrazioni per reddito da pensione con in più l’ampliamento della fascia reddituale esente da tassazione.

La combinazione di questi fattori, comporterà un aumento delle pensioni mensilmente erogate. Vediamo di quanto aumenteranno anche in considerazione del nuovo tasso di rivalutazione.

Riforma fiscale: ecco le nuove detrazioni

tasse calcolo

Vediamo come cambiano le detrazioni per le pensioni, in particolare la nuova no-tax area. Questa verrà spostata dagli attuali 8.130,00 euro a 8.500,00 euro. Secondo la metodologia di calcolo attuale la detrazione sarà:

  • 1.297 + [583 x (15.000 – 8.500)/7.000]=1838 euro

Considerando che l’IRPEF dovuta sarebbe di 1955 euro, una differenza di 117 euro, che rapportata mensilmente ammonta a meno di 10 euro. Portando l’area senza tassazione a 8500 euro, per tali pensionati nessun pagamento sarò dovuto, in quanto la detrazione dovuta sarà 1955 euro.

Questo implica che vi sarà inevitabilmente una modifica nei sistemi di calcolo, che porterà le detrazioni ad un nuovo livello e verranno ovviamente applicate a tutte le pensioni.

Pensioni: ci saranno maggiori agevolazioni per i pensionati?

inps-pensioni-1200×675

Dunque per i pensionati attuali e futuri, ci saranno più o meno agevolazioni nel 2022? In primis è stato ufficializzato il nuovo tasso di perequazione per il 2022 e questi si attesta all’1,7%, utile per mantenere invariato il potere d’acquisto dei pensionati a fronte dell’inflazione.

Inoltre le maggiori detrazioni, sommate alla revisione delle aliquote IRPEF, porterà le pensioni 2022 ad essere più ricche rispetto al 2021. La categoria dei pensionati dunque non è stata abbandonata, ma potrà giovare di maggiori entrate per risollevarsi dalla crisi economica.