Pensioni minime a mille euro: è possibile?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
20/08/2022

Con l’avvicinarsi delle elezioni, i partiti politici stanno esponendo i propri programmi elettorali. Tra i temi più centrali vi è quello delle pensioni, in particolare le proposte dei partiti per la futura riforma dell’intero sistema pensionistico. Tra le più interessanti vi è quella di Silvio Berlusconi: vediamo cos’è e se sarà attuabile.

pensioni novita pagamenti

Il programma dei partiti in vista delle elezioni si fa sempre più fitto, andando a toccare le tematiche più importanti che al momento interessano tutti gli italiani. Tra queste vi è senza dubbio la riforma delle pensioni: su questo fronte si sta mostrando particolarmente attivo il centrodestra, che sembra anche il candidato alla vittoria finale.

Vediamo la proposta del centrodestra per la riforma delle pensioni.

Pensioni: ecco la proposta di Berlusconi

pensioni

Il partito di Silvio Berlusconi è sempre pronto a fare promesse agli italiani, spesso ai limiti del credibile o della fattibilità. Per la prossima tornata elettorale, l’ormai ex Cavaliere ha proposto di porre l’importo minimo per le pensioni a mille euro. Tale proposta era già stata paventata nel 2000, ovviamente con l’importo in lire, dunque è un grande classico di Forza Italia.

Tra gli esponenti di centro destra, Giorgia Meloni condivide l’idea che sia necessario avere un ritocco alle pensioni minime, ma effettuare proposte assurde no.

Pensioni minime: la proposta di Forza Italia è sostenibile?

Pensioni

Cerchiamo di capire se la proposta di Forza Italia per quanto riguarda le pensioni minime sia sostenibile a livello economico dallo Stato. Per facilitare la comprensione di questo tema, interviene l’economista Cottarelli che spiega:

In base ai dati Inps (relativi al 2020) i pensionati con un reddito fino al trattamento minimo (515,58 euro) sono di 2,1 milioni; quelli fino a due volte il minimo (tra 515,59 e 1031,16 euro) sono 3,8 milioni.

Il costo complessivo del portare le pensioni minime a mille euro, ammonterebbe a circa 31,2 miliardi di euro. Attualmente tale spesa sarebbe ai limite dell’insostenibile per lo Stato, a meno che non si decida di sacrificare alcune misure, come ad esempio il Reddito di Cittadinanza. A rischiare potrebbero essere anche numerosi bonus, come ad esempio il Superbonus 110%.