Pensioni modello Red 2021: scadenza e sanzioni

Camilla
  • Dott. in Scienze della Comunicazione
18/01/2022

Modello RED 2021, come inviarlo, scadenze e cosa rischia chi non lo invia in tempo. Scopri tutte le informazioni necessarie nella nostra guida completa.

Pensioni

Il modello RED è una comunicazione obbligatoria per i pensionati che sono titolari di prestazioni obbligatorie, che va inviata all’INPS. Ogni anno l’INPS stabilisce una campagna RED ordinaria, che ha una specifica scadenza, se la comunicazione non viene inviata entro la data stabilita sono previste sanzioni per il pensionato.

Esistono, quindi, pensionati obbligati a presentare tale modello, mentre altri possono risparmiarselo perché esonerati da tale adempimento. Ma come e quando va inviato?

Modello RED: Come inviarlo?

red

Innanzitutto vanno inviati tutti i redditi, compresi quelli per i quali non persiste l’obbligo di dichiararli con il modello 730 o l’Unico. In base alla prestazione, persistono diversi casi in cui vanno riportati soltanto i redditi riferiti al titolare della prestazione, altri invece c’è l’obbligo anche per il familiare e il coniuge.

Esistono diverse soluzioni per inviarlo, tra le quali riportiamo:

  • Servizio dedicato sul sito INPS;
  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164164 da rete mobile;
  • CAF e altri soggetti abilitati convenzionati con l’INPS;
  • strutture territoriali INPS.

Modello RED: chi non deve inviarlo

Tutti i pensionati, residenti in Italia, e beneficiari di prestazioni legate al reddito che sono già state dichiarate all’Agenzia delle Entrate, indipendentemente dal modello 730 o modello Redditi, non sono obbligati a presentarlo. Così come anche coloro che non possiedono altri redditi oltre alla pensione, a patto che quest’ultima non abbia subito variazioni nell’ultimo anno. 

Modello RED 2021: data di scadenza

La campagna RED ha una scadenza specifica, ovvero il 28 febbraio. E anche la comunicazione del 2021 scade in questa data. Ma cosa rischia chi non lo invia entro la data prevista? La sanzione prevista per chi non presenta la comunicazione entro i termini previsti è la sospensione del reddito per 66 giorni, se non viene rispettato nemmeno questo termine allora le prestazioni collegate al reddito saranno revocate in via definitiva.