Pensioni, nuovi aumenti a febbraio: di quanto e per chi

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
15/01/2023

Anche a febbraio gli assegni pensionistici saranno soggetti a rivalutazione e pertanto beneficeranno dell’aumento previsto dalla Legge di Bilancio 2023. Vediamo insieme di quanto e per chi.

money-1-min

Il prossimo mese chi non ha ancora ricevuto a gennaio l’assegno pensionistico con l’aumento previsto dalla rivalutazione per inflazione potrà beneficiare di un assegno più alto.

Inoltre, da febbraio arriveranno anche gli importi minimi maggiorati per gli over 75, che secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2023 passato da 525 euro a 600 euro al mese.

Vediamo insieme nel dettaglio.

Pensioni: a febbraio arriva la rivalutazione

money-2

L’erogazione delle pensioni da parte dell’Inps per il prossimo mese avrà inizio da mercoledì 1° febbraio secondo il tradizionale ordine alfabetico. Questa volta anche chi non ha visto il proprio assegno aumentare potrà beneficiare dalla rivalutazione in base all’inflazione prevista per l’anno in corso.

A poter usufruire degli aumenti sono coloro che appartengono alle fasce di rivalutazione successive alla prima, per gli assegni pensionistici da quattro a cinque volte il minimo. Tuttavia, è anche possibile che alcuni usufruiranno della rivalutazione nei prossimi mesi, tra marzo e aprile.

Il portale Sostariffe.it stima che l’aumento sarà del 7,3%: +5,3% sul valore del mese precedente e +2% già pagato lo scorso novembre per le pensioni fino a 2692,32 euro, come stabilito con il decreto Aiuti bis dall’esecutivo di Mario Draghi prima di cedere il passo a quello di Giorgia Meloni.

Pensioni: le fasce di rivalutazione

money-3

Le 6 nuove fasce di perequazione delle pensioni dal 1 gennaio 2023 sono le seguenti:

  • 100% fino a 4 volte il trattamento minimo
  • 85% da 4 a 5 volte il trattamento minimo
  • 53% da 5 a 6 volte il trattamento minimo
  • 47% da 6 a 8 volte il trattamento minimo
  • 37% da 8 a 10 volte il trattamento minimo
  • 32% oltre le 10 volte il trattamento minimo

Questa scaletta sarà attiva per il biennio 2023-2024 e i risparmi di spesa sono serviti a innalzare l’importo del trattamento minimo a 600 euro al mese per gli over 75, ma solo per un anno.