Pensioni, si avvicina la scadenza per i lavoratori precoci: entro quando fare domanda

Coloro che rientrano tra i requisiti previsti per accedere a Quota 41, ossia i lavoratori precoci, possono presentare domanda entro il 30 novembre 2022 se maturano i requisiti anagrafici e/o contributivi entro il 31 dicembre 2022. Vediamo insieme chi può presentare domanda ed entro quando.

banconote-money-euro

Restano poche settimane a disposizione dei lavoratori precoci per richiedere l’accesso alla pensione con Quota 41. La domanda, infatti, deve essere presentata entro il 30 novembre da parte di quei lavoratori che hanno iniziato la loro carriera lavorativa molto presto e che hanno raggiunto i 41 anni di attività.

Pensione lavoratori precoci: entro quando fare domanda

money-g869530f1a_1920

La domanda di pensione con Quota 41 andava presentata entro il 1° marzo 2022 per accertare la sussistenza dei requisiti richiesti e non è necessaria l’interruzione del rapporto di lavoro. Soddisfatti i requisiti, è possono accedere alla pensione anticipata coloro che hanno iniziato a lavorare in età precoce, magari rinunciando a percorsi formativi o di studio per necessità economiche.

Tuttavia, quei lavoratori che maturano i requisiti anagrafici e/o contributivi entro il 31 dicembre 2022 ma non hanno potuto presentare l’istanza di certificazione all’Inps entro il 1° marzo, hanno tempo fino al 30 novembre 2022 per produrre l’istanza di verifica all’Inps.

L’Inps dovrà comunicare l’accoglimento con l’indicazione della prima data utile di decorrenza della prestazione (nei limiti delle risorse stanziate) o il rigetto dell’istanza per il mancato possesso dei requisiti entro il 31 dicembre 2022.

A chi spetta Quota 41

money-1005479_1920

Possono accedere a Quota 41 i lavoratori precoci, ossia coloro che hanno iniziato a lavorare in giovane età e hanno raggiunto 41 anni di carriera lavorativa. Altro requisito indispensabile, in base alla legge n. 232 del 2016, è quello di aver versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età e prima del 1996.

Quota 41 è una forma di pensionamento anticipato, in deroga alle regole della riforma Fornero, che permette di lasciare il lavoro prima del raggiungimento dei 67 anni di età.

Lascia un commento