PNRR: ecco la scaletta dei prossimi mesi

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
20/10/2022

Il PNRR è uno dei temi di grande attualità della politica attuale: questo in quanto il raggiungimento di determinati obiettivi è il driver essenziale per l’ottenimento i soldi del NextGen Fund. Con la formazione del nuovo governo tale aspetto potrebbe essere messo in discussione. Ma a che punto siamo ora? Facciamo chiarezza insieme nel seguente articolo!

Strade

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è forse il programma principe dell’Italia con cui è possibile ottenere fondi dall’Unione Europea. Essendo moltissimi i miliardi in ballo nei prossimi mesi, il nuovo governo avrà il compito di portare avanti con successo quanto fatto dall’esecutivo precedente, ma non è ancora chiaro quale sia al momento lo stato dell’arte.

Cerchiamo di analizzare la questione insieme nel seguente articolo.

Pnrr: ritardi sulla tabella di marcia

Soldi

Vediamo nel dettaglio per quale motivo si stanno avendo dei ritardi importanti sul completamento di alcuni obiettivi importanti del PNRR. Uno dei primi problemi è quello relativo all’aumento dei costi delle materie prime e dell’energia. Questi aumenti hanno causato dei rallentamenti a causa della mancanza di fondi atti a coprire l’eccesso di spesa.

Le gare relative agli appalti però stanno finalmente per ripartire, ma il problema è la carenza di progettazione degli appalti per i lavori più grandi. Il nuovo governo avrà il compito di migliorare la semplificazione delle richieste, con il fine di avvicinare e non poco gli obiettivi del PNRR.

Pnrr: gli obiettivi raggiunti nel 2022

Vetrate

Vediamo ora a che punto siamo con gli obiettivi del PNRR e cosa si prospetta per il governo Meloni nei prossimi mesi, anche in considerazione dell’approvazione della Legge di Bilancio 2023. Il programma sarà frutto di una complicata trattativa tra il premier uscente e l’Unione Europea, la cui considerazione è nota a tutti. Ma qual è la situazione che Giorgia Meloni andrà ad ereditare effettivamente?

Gli obiettivi dei primi due anni del PNRR erano relativamente semplici da raggiungere, ed effettivamente così è stato fatto. Ora arriva il difficile, in quanto a comporre il quadro vi sono le infrastrutture che l’Italia dovrà essere in grado di porre in essere.