PNRR: quanto hanno incassato i Comuni?

Continua il lavoro di monitoraggio sullo stato di avanzamento dei lavori relativi al PNRR, il piano predisposto dal governo per essere in linea con i paletti UE. Delle somme a disposizione per i comuni italiani, sono stati già ripartiti 33,8 miliardi sui 53 a disposizione. Approfondiamo insieme la vicenda.

PNRR-Next-Generation-EU-200

Il PNRR ha stabilito che i comuni italiani dovranno avere a disposizione circa 43 miliardi di euro per effettuare i lavori di adeguamento, più ulteriori 10 miliardi che sono stati assegnati per progetti di diretta ricadute territoriale. Del totale di 53 miliardi di euro a disposizione, ben 33,8 sono già stati erogati ai comuni tramite gli appositi decreti attuativi.

Vediamo quali sono le aree dove l’intervento sarà più forte.

PNRR: a che punto siamo?

european-union-flag-blue-background

A scattare una fotografia sulla situazione attuale del PNRR, il piano predisposto dall’UE per quanto riguarda il rispetto dei paletti in materia di sostenibilità e transizione digitale ed energetica. A tal proposito è intervenuto il Ministro dell’Economia Franco, che ha spiegato “Per realizzare il Pnrr nei tempi serve l’assegnazione integrale dei fondi entro giugno 2022”.

Il ministro si è inoltre soffermato sulle tempistiche di attuazione degli interventi, che si sono dimostrate in linea con la road map tracciata ormai la scorsa estate. La data chiave rimane quella del 30 Giugno 2022, entro cui verranno verificati gli obiettivi da raggiungere per ottenere ulteriori 21 miliardi di euro.

PNRR: quali sono le problematiche principali?

Italian PM Draghi attends a press conference

La situazione attuale sta però facendo sorgere delle problematiche intorno al tema del PNRR e dei relativi fondi da utilizzare. La questione è che, fin che è stato in vigore lo stato di emergenza a causa della pandemia, il governo ha avuto modo di effettuare dei decreti attuativi in tempi brevi, fattispecie che non sarà più possibile già dal prossimo anno.

Per risolvere il problema il governo sta cercando di trovare la soluzione migliore, senza però dimenticare che non può essere pesato tutto solamente sul PNRR, in quanto l’Italia, specialmente ora, ha seriamente bisogno di interventi su molti fronti.

Lascia un commento