Precompilata 730/2022: novità e soggetti obbligati

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/08/2021

Precompilata 730 per il 2022: con le nuove disposizioni cresce il numero di soggetti obbligati a inviare i dati al Sistema Sanitario Nazionale, e, di conseguenza, le informazioni nelle mani dell’Agenzia delle Entrate. Analizziamo la vicenda più nel dettaglio.

agenzia-delle-entrate

Cresce la platea di soggetti obbligati all’invio di dati delle spese sanitarie (quindi mediche e veterinarie) all’Agenzia delle Entrate per la predisposizione della dichiarazione precompilata 2022.

I nuovi soggetti tenuti all’adempimento sono stati individuati dal decreto del Ministero dell’Economia del 16 Luglio 2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 Agosto. Cresce dunque il numero di dati a disposizione dell’Agenzia delle Entrate, che serviranno per predisporre la dichiarazione dei redditi del prossimo anno.

Obbligo di precompilazione: tutti i nuovi soggetti

1572951050764_modello_730_B

Aumentano i soggetti obbligati all’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate, e di conseguenza crescono anche le informazioni che l’Amministrazione Finanziaria userà per la predisposizione della dichiarazione precompilata 2022 (relativa quindi all’anno di imposta 2021).

I nuovi soggetti sono stati individuati tramite il decreto del MEF pubblicato in GU il 3 agosto. Questi sono:

  • tecnico sanitario di laboratorio biomedico;
  • tecnico audiometrista;
  • tecnico audioprotesista;
  • tecnico ortopedico;
  • dietista;
  • tecnico di neurofisiopatologia;
  • tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare;
  • igienista dentale;
  • fisioterapista;
  • logopedista;
  • podologo;
  • ortottista e assistente di oftalmologia;
  • terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva;
  • tecnico della riabilitazione psichiatrica;
  • terapista occupazionale;
  • educatore professionale;
  • tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

Sono in arrivo le istruzioni per il 2022

2800agenzia-entrate

I nuovi soggetti obbligati all’adempimento dovranno inviare i dati al Sistema Sanitario Nazionale entro il 31 gennaio 2022.

dati da trasmettere sono:

  • le ricevute di pagamento;
  • gli scontrini fiscali;
  • gli eventuali rimborsi relativi alle spese sanitarie sostenute da ciascun assistito.

Le modalità tecniche per la trasmissione dei dati saranno stabilite dall’Agenzia delle Entrate tramite un provvedimento.

Infine, entro trenta giorni dall’entrata in vigore del decreto pubblicato il 3 agosto in Gazzetta, la Federazione nazionale degli ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, dovrà mettere a disposizione gli elenchi dei soggetti coinvolti dalle nuove disposizioni.