RC auto: possibile riforma del sistema bonus-malus

28/07/2021

Al termine dell’Assemblea annuale Ania, l’argomento più dibattuto è stato quello del calo dei premi. Inoltre, le imprese del settore assicurativo hanno denunciato la necessità di un cambiamento del meccanismo bonus/malus. Ma vediamo tutto nel dettaglio.

Assicurazioni

Tira aria di cambiamento sul sistema assicurativo: le imprese di assicurazione stanno lamentando delle diminuzioni forti sul valore dei premi. I dati confermano questo trend: si sta assistendo ad una diminuzione di circa 200 euro del prezzo medio dell’RC auto negli ultimi 10 anni, dai quasi 570 del 2012 si è infatti passati ai 367 del marzo di quest’anno.

Viene quindi richiesta una riforma del ramo RC auto, che coinvolga ovviamente anche il sistema bonus/malus.

Rc-auto: ecco la relazione dell’Ania

crash-1308575_1920

L’Ania ha reso nota la propria visione riguardo alla situazione premi: i dati confermano il trend negativo, dove i premi medi sono diminuiti del 35% da marzo 2012. La presidente Maria Bianca Farina ha reso noto che:


Leggi anche: Bitcoin: consolidamento possibile ma resta l’incertezza

“Va peraltro osservato  che la sinistrosità RC auto sta già sensibilmente aumentando nell’anno in corso, mentre la riduzione dei prezzi prosegue con la stessa intensità osservata lo scorso anno, anche in relazione agli interventi effettuati dalle imprese del Settore sui contratti attraverso sconti, sospensioni (incrementate di oltre il 40%) e differimento dei termini”.

Le preoccupazioni dell’Ania sono state condivise anche dall’IVASS, ente di vigilanza in materia assicurativa, che ha confermato l’obsolescenza delle attuali regole di funzionamento del sistema bonus/malus, rendendole non più idonee a fornire una misurazione attendibile del rischio della guida Ne è ormai necessaria una completa revisione”

Le reazioni dei consumatori

accident-151668_1280

Di fronte ad una riforma del sistema bonus-malus, la risposta dell’Associazione dei consumatori è di netta contrarietà.

Una richiesta che ha dell’incredibile. Decisamente stravagante. In pratica, prima ci chiedono di essere virtuosi, per premiare chi causa meno incidenti, poi siccome lo siamo diventati, ci dicono che il bonus-malus ha perso efficacia, insomma, è superato”.

La situazione si prospetta pesante e dall’esito ancora molto incerto.

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica